Yandex contro Google

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 23 Novembre 15 Autore: Pinter
Di recente l´autorità antitrust russa ha chiesto a Google di adottare nuove strategie mettendo fine alle politiche che danneggiano la concorrenza, ed il celebre motore di ricerca Yandex, ha deciso di estendere la sua battaglia contro il colosso di Mountain View anche in Europa.

Il caso russo ha visto Google accusata di abusare della sua posizione dominante, costringendo di fatto i produttori di smartphone Android ad utilizzare anche alcune delle applicazioni principali della società, installate nei dispositivi realizzati, e danneggiando in questo modo la concorrenza.

Google ha confermato che presenterà un ricorso alla decisione delle autorità russe, ma intanto Yandex ha dichiarato che la decisione presa dal FAS, in Russia, dovrebbe essere estesa anche in altre giurisdizioni, Europa compresa.

Nel febbraio 2015, su richiesta di Yandex, il Servizio federale antimonopoli russo ha intentato causa contro Google. La società It russa ha accusato la società americana di abuso di posizione dominante nel mercato dei dispositivi Android.

Yandex contro Google - immagine 1
Quello di Android è un sistema operativo gratuito di Google che domina il mercato dei dispositivi mobili iOs, occupando una quota dell’85%. Lo scorso anno in dicembre la società  americana ha proibito ai produttori di dispositivi mobili Android di preinstallare (vale a dire scaricare sul telefonino prima di pagare) gli applicativi della concorrenza, inclusi i motori di ricerca. In caso di violazione della norma Google aveva minacciato di disattivare sui dispositivi i suoi servizi più popolari: Google Maps, Youtube, Gmail e il negozio multimediale Google Play, la fonte principale di applicativi per i possessori di Android.

I produttori di smartphone (Fly, Explay e Prestigio), che prima utilizzavano Yandex, alla fine sono stati costretti a rinunciare alla partnership con la società russa.

Oltre a Yandex, Google non ha di fatto altri concorrenti nella Federazione Russa. Secondo le stime di Spark-Interfax, nel 2014 il soggetto giuridico Google in Russia ha incassato 18 miliardi di rubli (circa 300 milioni di dollari). L’utile netto della società ammonta a 44 miliardi di dollari, vale a dire che l’utile russo è stato di circa lo 0,5%. Difficilmente la perdita dello 0,5% potrebbe risultare un problema per la società americana.

Tuttavia, la decisione del Servizio federale antimonopoli russo costituisce un precedente interessante per la comunità internazionale e in futuro potrebbe fungere da pretesto per le cause intentate da altre società. L’Unione Europea sta raccogliendo da tempo le prove delle violazioni perpetrate da Google. Nel caso la colpevolezza di Google venisse dimostrata, la Commissione Europea avrebbe il diritto di pretendere dalla società It americana il pagamento di una sanzione pari al 10% dei ricavi, per una cifra record di 6 miliardi di dollari.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE