WordPress, Joomla e Drupal: i CSM più utilizzati

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 23 Aprile 16 Autore: Fabio Ferraro
Durante la navigazione su Internet, visitiamo diverse pagine, che si differenziano per funzioni e aspetto grafico. La maggior parte dei siti web, ad oggi, vengono creati tramite CSM (Content Management System).

Un CMS è uno strumento che permette la creazione e gestione dei contenuti di un sito web, anche senza specifiche conoscenze di linguaggi di programmazione. Installato sul web, utilizza generalmente dei database per l’archiviazione dei contenuti. Ogni CSM si divide in due parti: back-end (ossia il lato amministrativo per la creazione di struttura e contenuti del sito), e front-end (ossia il lato del sito visualizzabile dagli utenti).
Grazie ai CSM, è possibile creare, gestire e aggiornare pagine web anche senza il bisogno di scrivere una singola riga di codice di programmazione. Esistono diverse tipologie di CSM, dal customizzabile a quello specifico, a pagamento o gratuito. Oggi conosceremo tre dei CSM open source più utilizzati al mondo: WordPress, Joomla e Drupal.

WordPress

WordPress, Joomla e Drupal: i CSM più utilizzati - immagine 1

Nato il 27 maggio del 2003, WordPress è il CMS più utilizzato al mondo. Grazie a ciò, esistono milioni di temi e plug-in per personalizzare il proprio sito, nonché un completo supporto da parte delle community. Il successo di questo CMS è dato dalla grande semplicità e intuibilità del back end, che lo rende adatto a chi non ha praticità con i linguaggi di programmazione. Il codice di WordPress è comunque ben strutturato e quindi facilmente editabile per chi avesse bisogno di apportare modifiche. Questo, insieme ad appositi plug-in, facilità inoltre la corretta applicazione di politiche di SEO. WordPress è un ottimo strumento per la creazione di blog (per cui ha supporto nativo), e piccoli siti.

Joomla
WordPress, Joomla e Drupal: i CSM più utilizzati - immagine 2

Secondo CMS più diffuso, Joomla nasce nel 2005. Permette una facile gestione di un numero di contenuti e utenti maggiori di WordPress, rendendolo adatto quindi anche a siti più complessi. Altro vantaggio è il supporto nativo al multilingua, assente in WordPress. Il back-end di Joomla risulta meno intuitivo in confronto a WordPress, ma offre maggiore duttilità, soprattutto con una minima conoscenza di programmazione. Le capacità SEO, anche se ben implementate, sono minori del CMS concorrente.

DRUPAL

WordPress, Joomla e Drupal: i CSM più utilizzati - immagine 3

Drupal è un CMS più potente di WordPress e Joomla ma anche più difficile da utilizzare. Offre diverse funzionalità e un buon numero di temi e plug-in. Risulta uno strumento aperto, adatto a webmaster più esperti nella programmazione. È solido e affidabile, ottimo per qualsiasi esigenza. Perfetto per la creazione di siti in cui l’affidabilità sia l’esigenza primaria.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE