Windows 7 su un pc che non usi tutti i giorni? Pessima idea

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 23 Marzo 16 Autore: Stefano Fossati
Finalmente è arrivata la primavera, e viste le temperature miti ho colto l’occasione per riaprire la casa in collina per il primo weekend della stagione. Naturalmente, per quanto ci provi, è impossibile “staccare” totalmente dal lavoro e, se per la maggior parte delle attività mi affido al tablet che posso usare anche in giardino, per alcune necessità di fotoritocco ed editing video preferisco affidarmi al pc fisso installato nello studio: un modello non più giovanissimo ma ancora valido per queste necessità.

Il sistema operativo è il “buon vecchio” Windows 7 (versione SP1), tuttora la versione della piattaforma Microsoft più utilizzata al mondo, amata da moltissimi utenti per la sua affidabilità, per l’interfaccia “classica” e rassicurante e per la capacità di supportare praticamente la totalità delle funzionalità richieste a un computer e delle periferiche hardware in circolazione, motivo per il quale sono in molti, ancora oggi, a “declinare l’offerta” di Microsoft per l’aggiornamento gratuito a Windows 10, valida (almeno) fino al prossimo luglio. Personalmente apprezzo moltissimo Windows 10, però, un po’ per pigrizia e un po’ per non prosciugare i megabyte a disposizione con la connessione 4G che utilizzo nella casa in collina, ho deciso (anzi, avevo deciso) di rimanere con Windows 7: se lo fanno milioni di persone in tutto il mondo, posso farlo anch’io, sul pc “secondario”.

Windows 7 su un pc che non usi tutti i giorni? Pessima idea - immagine 1

E invece no. Qualche ora dopo l’avvio del computer, la classica finestrella popup di Windows Update mi avvisa della disponibilità di aggiornamenti per il sistema operativo: ovvio, è da settembre che non viene utilizzato, in questi mesi Microsoft ha rilasciato patch, fix e aggiornamenti di sicurezza, com’è giusto visto che Windows 7 è nella fase di “supporto esteso” fino al 14 gennaio 2020. Quando clicco sulla finestrella, però, capisco subito che c’è un problema. E non da poco: fra aggiornamenti per il sistema operativo, per Internet Explorer e per i drive di mouse e tastiera dovrei scaricare più di 200 di update, per i quali non mi basteranno probabilmente i 10 GB mensili di connessione 4G. Per risolvere la lentezza ne rilevamento degli update necessari, scopro poi, bisognerebbe scaricare e installare manualmente l´aggiornamento KB3102810, ma resteranno comunque le due centinaia di aggiornamenti da scaricare. Provo timidamente ad avviare il download degli aggiornamenti, e dopo più di mezz’ora Windows Update mi informa (forse con un certo ottimismo) che saranno necessarie quasi sei ore per completare l’operazione.

Clicco sul tasto “Annulla” e mi arrendo all’evidenza: il “supporto esteso” di Microsoft garantisce la sicurezza di Windows per dieci anni dal suo rilascio, è vero, però questo vale di fatto solo per i pc usati regolarmente e sempre connessi, sui quali gli aggiornamenti vengono scaricati settimanalmente. Non parliamo poi dell’eventualità di installare Windows 7 da zero dopo una formattazione: chi ci ha provato si è ritrovato con quasi 400 aggiornamenti da installare, operazione portata a termine in circa 18 ore. La soluzione, da parte della casa di Redmond, sarebbe integrare in un Service Pack 2 cumulativo gran parte degli aggiornamenti rilasciati dopo il Service Pack 1. Ma è inutile sperarci: i Service Pack sono previsti solo nella fase di “supporto mainstream”, che per Windows 7 è terminata il 13 gennaio 2015. Per i prossimi quattro anni (scarsi), il “supporto esteso” garantisce solo singole patch.

Windows 7 su un pc che non usi tutti i giorni? Pessima idea - immagine 2

C´è poco da fare: scaricare e installare l’aggiornamento a Windows 10 richiede meno tempo (e meno megabyte di connessione) che aggiornare Windows 7, con l’ulteriore vantaggio che gli aggiornamenti per il più recente sistema operativo Microsoft sono cumulativi, quindi anche dopo mesi di inutilizzo sarà necessario scaricare pochi update per avere il pc “in regola”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE