Windows 10 e i “due in uno” non frenano il declino dei personal computer

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 20 Aprile 16 Autore: Stefano Fossati
La crescita del mercato dei dispositivi “due in uno”, vale a dire notebook che possono essere trasformati in tablet staccando la tastiera, non compensa il calo delle vendite di personal computer in Europa. Stando agli ultimi dati diffusi da Gartner, le vendite di pc nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) sono state infatti pari a 19,5 milioni di unità nel primo trimestre del 2016, con un calo del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Windows 10 e i “due in uno” non frenano il declino dei personal computer - immagine 1

Secondo l’analista di Gartner Isabelle Durand, buona parte delle aziende sta ancora valutando la possibilità di adottare Windows 10 e sta rimandando a fine anno gran parte degli investimenti per l’acquisto di nuovi computer. I notebook leggeri con tastiera staccabile, i “due in uno” appunto, continuano a crescere fra gli acquisti tanto delle aziende quanto dei privati e anche i notebook per il gaming registrano vendite in crescita, ma il buon andamento di questi due segmenti non è sufficiente a bilanciare il declino delle richieste di personal computer per il mercato professionale.

La società di analisi nota peraltro alcune peculiarità che incidono sulle vendite di pc nei singoli mercati. Così in Francia gli acquisti dei consumatori sono ultimamente focalizzati più sui televisori ad alta definizione che sui computer, mentre la crisi economica in Russia e Ucraina frena la domanda in tutta l’Europa dell’est; il crollo dei prezzi del petrolio è invece alla base del rallentamento dell’economia, e di conseguenza degli acquisti di pc, in Medio Oriente. E la situazione non è destinata a migliorare nel secondo trimestre, stando alle stime della stessa società.

Windows 10 e i “due in uno” non frenano il declino dei personal computer - immagine 2

Confrontando i numeri dei singoli produttori, in Europa HP mantiene la leaderhip con una quota di mercato del 22,4%, pur registrando un calo del 2,5% nelle vendite; peggio è andata a Lenovo, che mantiene la seconda posizione ma cala di oltre il 12% assestandosi a una quota del 18,8%. Seguono Asus, l’unico fra i top brand a crescere di quasi il 4%, Dell (-7,6%) e Acer (le cui vendite crollano di oltre il 26%). “La struttura del mercato dei dispositivi e i comportamenti d’acquisto degli utenti hanno cambiato radicalmente le dinamiche del mercato dei pc”, conclude l’analista. Tradotto: acquistando smartphone sempre più grandi e potenti, molti consumatori sentono sempre meno la necessità di comprare un nuovo pc.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE