Wind e Tre si uniscono e diventano un unico operatore

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 10 Agosto 15 Autore: Pinter
Wind e Tre si uniscono e diventano un unico operatore
Dopo anni di trattative fermate e ricominciate, di accordi quasi fatti e finiti nel cassetto, finalmente sono arrivati ad un accordo. La fusione darà vita a un gruppo che controlla quasi un terzo del mercato degli operatori mobili in Italia arrivando a confrontarsi con i maggiori operatori Tim e Vodafone.
E´ quindi in atto la fusione tra Wind (Vimpelcom ne è la controllante russa) e 3 Italia (il controllo della società è in mano alla cinese Ck Hutchinson Holding). CK Hutchison e VimpelCom deterrano indirettamente ciascuno il 50% delle azioni della joint venture. I vertici di Vimpelcom prevedono inoltre la distribuzione di un dividendo a tre anni dall´apertura dell´operazione.

Con oltre 31 milioni di clienti nella telefonia mobile e 2,8 milioni di clienti nella rete fissa (di cui 2,2 mln clienti banda larga), dalla fusione si dovrebbe ricavare sinergie per oltre 5 miliardi di euro. Vodafone Italia, al 30 giugno di quest’anno, contava 25,5 milioni di linee mobili (fonte Osservatorio trimestrale telecomunicazioni Agcom), Tim 30,1 milioni al 31 marzo 2015.

La joint venture paritetica che porta alle nozze di Wind e 3 Italia porta in dote da parte della casa madre Hutchison 200 milioni di cash, 3 Italia è libera da debito mentre Vimpelcom apporta Wind con i suo debito attuale (10,1 miliardi nel secondo trimestre 2015). Dopo l’operazione, precisano i vertici nella presentazione, «non ci saranno altri contributi cash». Gli accordi prevedono inoltre un lock up di un anno, durante il quale nessuno potrà scendere sotto il 50% mentre dopo tre anni i soci possono appellarsi a un meccanismo di «acquisto/vendita».

In questo modo nasce il primo operatore italiano sul mercato delle prepagate, con il 37% di quota a fronte del 31,5% ciascuno di Tim e Vodafone, e il secondo sul settore degli abbonamenti, col 27,8%

E per i clienti cosa cambia? L´unione dei due gruppi fa nascere un operatore con oltre 31 milioni di clienti di telefonia mobile e 2,8 milioni di clienti di rete fissa (di cui 2,2 milioni sono clienti della banda larga fissa).

Nella nota congiunta si legge che "la combinazione delle due reti fornirà agli utenti mobili italiani una qualità della rete senza pari e accelererà la disponibilità di servizi a banda larga fissi e mobili ad alta velocità in tutta Italia. I consumatori e le imprese italiane possono aspettarsi di beneficiare sia di una migliore copertura di rete LTE, più alte velocità di download, una maggiore affidabilità di rete e servizi più avanzati".

La fusione tra 3 Italia e Wind e’ una buona cosa, poiche’ offre l’opportunita’ di avere un terzo gestore in Italia, particolarmente attivo dal punto di vista tecnologico, aumentando il livello di concorrenza nel settore.
Un terzo gestore “forte" potrebbe spingere gli altri due gestori, che da qualche anno dormono, a migliorare i propri servizi.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE