Notizia Precedente
Adobe AIR 3.2.0.2060 RC1
Notizia Successiva
HyperSnap 7.13.03

WikiLeaks: online milioni di mail riservate della Stratfor

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 27 Febbraio 12 Autore: Gianplugged
WikiLeaks: online milioni di mail riservate della Stratfor
WikiLeaks ha iniziato a diffondere sul suo sito a partire dalle scorse ore più di 5 milioni di messaggi di posta elettronica scambiati tra responsabili e fonti d´intelligence della società privata statunitense Strategic Forecasting Inc (Stratfor). La Stratfor è un´importante società che si occupa di raccogliere informazioni sensibili su commissione di clienti privati e organizzazioni, avvalendosi di fonti sparse in tutto il mondo. 

I server della Stratfor erano stati pesantemente violati nel dicembre 2011, tanto che la società aveva dovuto ammettere di aver subito una fuga di dati. L´attacco hacker era stato attribuito ad Anonymous e anche se non ci sono conferme ufficiali in merito, sembrerebbe chiaro che l´attacco ai server della Stratfor e l´attuale leak del sito di Assange siano fatti tra loro collegati.

I messaggi di posta elettronica venuti in possesso di WikiLeaks, così come era accaduto per i cablogrammi diplomatici e la documentazione relativa alle operazioni militari USA in Iraq e in Afghanistan che il sito di Assange aveva pubblicato nei mesi scorsi, sono stati diffusi in anteprima a una serie di testate giornalistiche che hanno iniziato a pubblicare dei dossier online "in progress" sulla base del materiale ricevuto. Tra le testate che hanno avuto accesso ai messaggi Stratfor figurano L´Espresso e La Repubblica.

"Abbiamo avuto accesso con un pool di media internazionali ai ´Global Intelligence Files´: 5,3 milioni di email interne, documenti ottenuti da WikiLeaks e che l´organizzazione di Assange inizia oggi a pubblicare sul sito" scrive L´Espresso sottolineando come incredibilmente "Stratfor non sembra aver protetto le identità di molte delle sue fonti" precisando poi come le testate del gruppo tuteleranno comunque tali fonti e aggiungendo che nel datatabse "Figura il nome di almeno un ambasciatore italiano".

Sono molti gli argomenti sensibili trattati nei messaggi: tra gli altri l´azione che ha condotto all´uccisione di Bin Laden, le operazioni israeliane contro strutture militari iraniane, il monitoraggio da parte della Coca Cola Company degli attivisti della PETA e un fondo investimenti comune tra Stratfor e Goldman Sachs. 

E c´è anche Facebook nelle conversazioni elettroniche della Stratfor: il social network di Mark Zuckerberg sarebbe in parte finanziato da Palantir, un´azienda che come scrive sempre L´Espresso "Ha inventato un sistema per raccogliere in potenti database informazioni su individui ´sospetti´, un po´ come avviene nel film Nemico Pubblico"

La sezione di WikiLeaks dedicata ai file Stratfor è raggiungibile a questo indirizzo:

http://wikileaks.org/the-gifiles.html

Mentre il dossier online dell´Espresso è navigabile  partendo  da  qui:

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/wikileaks-la-nuova-ondata/2174805
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate