Wi-Fi o pacchetti dati? Quando e quale è meglio scegliere

Naviga SWZ: Home Page » How To
News del 13 Aprile 17 Autore: Fabio Ferraro
Quando acquistiamo un tablet o uno smartphone in base alle nostre esigenze di navigazione vi associamo una tariffa, assegnandola alla SIM che verrà inserita nel dispositivo. Un fattore decisivo (oltre alle applicazioni installate sui device) che determina un "esponenziale" “calo” della carica della batteria è l’utilizzo degli strumenti per la connettività di rete, ormai indispensabili per sfruttare appieno le potenzialità dei nostri dispositivi.
Un dispositivo mobile può connettersi alla rete tramite Wi-Fi o connessione dati ed in base alla velocità si può distinguere in 2G (GPRS e EDGE, una via di mezzo tra connessione 2G e 3G), 3G (UMTS, HSDPA e HSUPA), 4G (LTE e LTE+) in grado di  arrivare ai 50Mbps e l´imminente inserimento nel mercato della tecnologia 5G.  

Wi-Fi o pacchetti dati? Quando e quale è meglio scegliere - immagine 1


Utilizzando uno smartphone con connessione dati attiva, la sua "potenza" dipende dalla posizione rispetto alla cella con cui il cellulare effettua il collegamento. Una volta attivata la connessione ad Internet potranno essere visualizzate le scritte sopracitate. Se la connessione dati non è di alta qualità, meglio utilizzare quella Wi-Fi collegandosi al primo AP (Access Point) disponibile.  Ma quale configurazione salvaguarda maggiormente l’autonomia del nostro dispositivo? La risposta dipende dall’utilizzo che facciamo della connessione internet.  Meglio la connessione Wi-Fi?


Wi-Fi o pacchetti dati? Quando e quale è meglio scegliere - immagine 3

Lo smartphone consuma minori risorse nel collegarsi ad un router Wi-Fi o ad un hotspot piuttosto che ad una rete 3G o 4G. In termini di navigazione, la differenza è lo scambio dati: a differenza dei pacchetti dati che vanno a “riposo” quando il device non è in uso, una connessione Wi-Fi comunica continuamente informazioni con il router, rendendo costante il consumo di batteria (in stand-by, la wireless diventa un “mangia-batterie”). Va però precisato che molte app fanno numerose interrogazioni alla rete anche quando lo smartphone è in stato di riposo, annullando di fatto i vantaggi delle reti mobile.

Wi-Fi o pacchetti dati? Quando e quale è meglio scegliere - immagine 4

 
Per un dispositivo in stand-by, è ottimale scegliere rete 2G, che ha un dispendio energetico molto esiguo, lasciandoci comunque connessi ad internet (e usarne quindi i servizi). In caso serva una connessione più potente per le app usiamo la 3G o la 4G.

Conclusioni:
Quando possibile utilizzate il WI-Fi e come seconda scelta, le connessioni 3G o 4G. Ricordate però di disattivare il WI-Fi quando vi allontanate dal router, altrimenti il vostro dispositivo sarà in continua ricerca di una rete wireless, consumando la batteria.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE