WWDC 2013: iOS 7, OS X Mavericks, iTunes Radio e nuovi Mac Pro

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 11 Giugno 13 Autore: Gianplugged - 11319 letture


Si è svolto ieri alle 19 ora italiana il Keynote di apertura della Worldwide Developer Conference (WWDC) 2013 della Apple. Le novità che si attendevano dal CEO Tim Cook e dagli altri manager che si sono alternati sul palco del Moscone Center di San Francisco erano numerose, soprattutto sul fronte del software. Le aspettative non sono state tradite, anche se quasi nulla di ciò che si è visto nelle due ore di keynote arriverà immediatamente sul mercato.

In primis Apple ha fornito un assaggio della prossima versione del suo sistema operativo desktop OS X, che porterà il software alla release 10.9 e sarà denominato Mavericks. L´OS è disponibile da subito in Beta Preview per gli sviluppatori ed è atteso in versione finale in autunno.

Gli sviluppatori dichiarano in Mavericks più di 200 nuove funzionalità. Tra le novità più importanti a livello di interfaccia ci sono l´introduzione delle Tab in Finder e di un sistema di tagging. Le prime consentono più agevolmente di gestire le finestre sullo schermo, mentre il sistema di tagging che è stato attivato in fase di salvataggio dei file consente un´archiviazione più intelligente e una ricerca più veloce dei dati sia in locale che sulla nuvola.

In OS X 10.9 Mavericks è stato poi migliorato notevolmente il consumo di batteria grazie a una nuova tecnologia in grado di ottimizzare le transizioni tra i vari livelli di utilizzo di energia. Apple dichiara in Mavericks un livello di utilizzo di CPU diminuito fino al 72% rispetto alle versioni precedenti. Il sistema operativo è in grado di comprimere rapidamente la memoria inattiva in modo da consentire migliori prestazioni delle applicazioni e allo stesso tempo minori consumi.



Con Mavericks arriverà anche una rinnovata versione di Safari. Il browser della mela sarà dotato di una migliorata pagina home e di una nuova barra laterale che conterrà una lista di lettura degli elementi condivisi da persone che si seguono, e che comprenderà l´integrazione di Twitter. Migliorate anche le prestazioni del software sia sul fronte Javascript, sia su quello della gestione separata delle tab, con la messa in pausa delle schede non utilizzate.

Altra novità di Mavericks è l´applicazione Cloud Keychain che consente la gestione delle password e di altri dati sensibili come dati di carte di credito, con criptaggio 256-bit AES e sincronizzazione dei dati su tutti i propri dispositivi, e sempre per quanto riguarda la sicurezza arriva il sistema ‘Activation Lock’ che consente di bloccare l´attivazione del dispositivo in caso di furto o smarrimento.

Migliorato poi il sistema di notifica del sistema operativo che permette di interagire direttamente con le notifiche rispondendo a messaggi o iniziando chiamate Facetime, ridisegnato il calendario con nuove funzionalità, attivata la possibilità di inviare percorsi di navigazioni mappe turn-by-turn da Mac ad iOS, introdotto nell´OS iBooks ed evoluta notevolmente la gestione multi monitor.

Attesissimo era anche il nuovo iOS 7, che è stato presentato come la più rivoluzionaria release del sistema operativo mobile di Cupertino. Come era già stato anticipato da numerose indiscrezioni, Apple ha messo mano pesantemente sul design dell´interfaccia, proponendo uno stile flat e abbandonando praticamente del tutto lo skeumorfismo: icone, menu, applicazioni di default, tutto ha un nuovo aspetto. Cambiato anche il font dei testi, quasi completamente in Helvetica Neue. Introdotto poi un sistema che attribuisce agli sfondi un effetto di tridimensionalità.



Tra le nuove funzionalità di iOS 7 da sottolineare il fatto che le notifiche sono visibili adesso anche nella schermata di blocco, la presenza di un nuovo centro di controllo che propone i principali settaggi in modo più agevole rispetto al passato, la migliorata gestione del multitasking con una nuova interfaccia di switch, l´aggiornamento automatico in background delle applicazioni, una nuova vista per le tab di Safari, il supporto ad iCloud keychain e il miglioramento della applicazione Immagini che consente una più agevole organizzazione dei file.



In iOS 7 è stato evoluto anche l´assistente vocale Siri che ha una nuova interfaccia a tutto schermo ed è disponibile con nuove voci, anche maschili. Tra le lingue supportate dalle nuove voci non c´è attualmente l´italiano, ma Apple promette presto di ampliare la compatibilità a nuovi mercati. Interessante poi l´integrazione di Siri con i settaggi dei dispositivi. Infine la ricerca in Siri integra adesso Wikipedia e Bing.

iOS 7 è disponibile da subito in Beta per gli sviluppatori in versione iPhone e successivamente Apple rilascerà anche la versione per iPad e iPod Touch. La versione finale sarà invece rilasciata in autunno e sarà compatibile con Phone 4 e successivi, iPad 2 e successivi, iPad mini e iPod touch di quinta generazione.

Sul fronte hardware Apple ha invece riservato una graditissima sorpresa per gli utenti di fascia alta e cioè il rinnovo della linea dei computer case Mac Pro, su cui Cupertino non metteva mano ormai da 10 anni. L´hardware è stato completamente rivoluzionato sia nella componentistica che nella forma, che è adesso cilindrica e di dimensioni molto più piccole rispetto ai precedenti modelli, con un´altezza di appena 25 cm.



Il nuovo Mac Pro, che promette di essere 10 volte più potente è basato sulla nuova generazione di chip Intel Xeon E5 e può essere configurato fino a 12 core, ha due GPU FirePro, memoria ECC, archiviazione flash basata su PCIe e sei porte Thunderbolt 2. Il nuovo Mac Pro sarà disponibile entro l´anno.



La società di Cupertino ha quindi presentato due nuovi modelli di MacBook Air da 11 e da 13 pollici, Niente Retina Display, ma i nuovi Air promettono altissima durata della batteria: il modello da 11 pollici è in grado di operare senza energia elettrica per 9 ore, quello da 13 pollici per 12 ore. I due nuovi MacBook Air sono disponibili da subito con prezzo a partire da 1.029 euro.

Altro attesissimo annuncio era quello relativo al servizio di streaming musicale di Apple, che adesso ha anche un nome ufficiale: iTunes Radio. Il servizio è simile ad altri già presenti sul mercato e consente di ascoltare brani e album in streaming partendo da singoli artisti o generi e di creare radio tematiche in cui vengono proposti artisti correlati per genere e stile.

Il servizio è gratuito e supportato da annunci pubblicitari ed è disponibile anche in versione senza pubblicità per gli utenti iTunes Match. iTunes Radio sarà lanciato in parallelo con iOS 7 e inizialmente solo negli USA.



Un ultimo fronte su cui Cupertino ha messo le mani è quello della produttività sul cloud. Forte di 300 milioni di account iCloud, Apple intende affrontare direttamente Google e Microsoft e ha annunciato l´arrivo di una versione cloud della sua suite di produttività iWork.

I software di editing documenti, fogli elettronici e presentazioni - rispettivamente Pages, Keynote e Numbers - saranno disponibili all´interno del browser sia su Mac che PC. I browser compatibili saranno Safari, Chrome e Internet Explorer. Una prima versione di sviluppo di iWork Cloud è disponibile da subito, mentre la versione finale arriverà entro l´anno.

La replica del Keynote è disponibile in streaming in versione integrale all´indirizzo:

http://www.apple.com/apple-events/june-2013/

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate