Vuoi lavorare (gratis) per Google? Scarica Crowdsource

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 30 Agosto 16 Autore: Stefano Fossati
Vuoi lavorare per Google? Basta scaricare un’app, ma non aspettarti di essere pagato. Big G ha infatti rilasciato Crowdsource, un’app per Android che consente agli utenti di contribuire con i loro suggerimenti alla traduzione di applicazioni, al miglioramento della tecnologia di riconoscimento della scrittura manuale e alla trascrizione dei segnali stradali. Attività (definite “microtask”) per le quali, evidentemente, anche l’avanzata tecnologia di intelligenza artificiale di cui dispone il gruppo californiano necessita qualche “aiutino” da parte dell’intelligenza umana.

Vuoi lavorare (gratis) per Google? Scarica Crowdsource - immagine 1

“Ogni microtask richiede non più di cinque-dieci secondi”, precisa Google nella descrizione dell’app, promettendo che “ogni volta che la usi, sai di avere reso internet un posto migliore per la tua comunità”. Non si tratta certo della prima opportunità che il colosso di Mountain View offre ai navigatori per contribuire a migliorare i suoi prodotti: da anni è possibile inviare suggerimenti a Google Maps per migliorare le mappe e le relative informazioni, così come allo stesso Google Traduttore per rendere più accurate le traduzioni. Senza contare gli “aiuti involontari”: basta fare una ricerca su Google per contribuire al ranking di indicizzazione di determinate pagine, o guidare l’auto con il proprio smartphone Android in tasca (con il GPS attivato) per fornire informazioni a Google Maps.

Dopo averla scaricata da Play Store, al primo avvio l’app Crowdsource chiede all’utente quale lingua parli fluentemente (indicazione necessaria per i microtask relativi alle traduzioni), dopodiché una serie di grandi tasti consente di scegliere fra diversi microtask, dalla trascrizione di immagini al riconoscimento della scrittura a mano, dalla traduzione alla validazione di traduzioni (anche di mappe). Come detto, non è prevista alcuna ricompensa per questi “lavoretti”, anche se Google precisa che si tratta di un progetto pilota e l’app non è ancora nella forma definitiva: non è escluso che in futuro possano essere introdotti degli “incentivi” per spingere gli utenti a utilizzarla.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE