VertiGo, il robottino Disney che si arrampica sui muri

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 05 Gennaio 16 Autore: Pinter
Quattro ruote per muoversi a terra, due eliche per arrampicarsi su qualsiasi muro o superficie verticale vincendo la forza di gravità. È questa la dotazione di VertiGo, robot progettato dalla divisione Research di Disney in partnership con il laboratorio ETH Zurich.

Al momento si tratta di un concept, non destinato alla commercializzazione, ma in futuro l´unità potrebbe essere impiegata come supporto per i soccorsi nelle situazioni di emergenza oppure, considerando che si tratta di un´idea firmata Disney, per la realizzazione di un gioco destinato ai più piccoli.

VertiGo, il robottino Disney che si arrampica sui muri - immagine 1

A metà strada tra un drone da terra ed un auto-robot, che oltre ad essere molto agile e veloce su qualsiasi tipo di terreno, riesce, in modo pressoché naturale, ad arrampicarsi con le sue quattro ruote anche in verticale sulle pareti. Sarebbe un robot capace di arrampicarsi sui muri e muoversi anche sui soffitti (in teoria) oltre che al suolo. La dotazione prevede una coppia di ruote orientabili e due eliche sul retro che gli permettono di muoversi verso l´alto.

Si tratta di un concept che mira alla realizzazione di robot versatili, ideati per muoversi agevolmente negli ambienti urbani e all´interno degli edifici. Grazie al design, che potete vedere nelle immagini e nel video di questa pagina, Vertigo può muoversi con la stessa agilità sull´erba, sui terreni duri e su superfici irregolari. Inoltre può scalare pareti, rallentando nel passaggio dal piano orizzontale a quello verticale.

VertiGo, il robottino Disney che si arrampica sui muri - immagine 2

Per muoversi sulle pareti il robot sfrutta due eliche montate sul dorso che spingono il robot verso l´alto e una posteriore che lo spinge verso il muro. Le eliche possono essere regolate in due posizioni. Sfruttando i servomotori integrati gli anelli interni ed esterni dei propulsori possono essere spostati in modo indipendente, dando al robot la capacità di sfidare la gravità.

Il peso di Vertigo è stato abbassato sfruttando un´intelaiatura centrale in fibra di carbonio. Secondo i ricercatori questa tecnologia potrebbe in teoria permettergli di muoversi anche sul soffitto. Il funzionamento è analogo a quello di una macchina telecomandata: ha otto attuatori controllabili singolarmente e un computer di bordo. Le posizioni degli auttuatori vengono regolate in funzione dei sensori di orientamento.


Essendo VertiGo al momento un esemplare unico possiamo solo avanzare qualche ipotesi sugli sviluppi futuri. Oltre alle naturali potenzialità ludiche, l’auto-robot potrebbe costituire un grande aiuto in campo cinematografico per scene che necessitano, ad esempio, di un angolo di inquadratura particolare o difficilmente raggiungibile. Potrebbe inoltre essere impiegato in settori molto più seri come quello della sicurezza o del soccorso fornendo, grazie alle sue doti, una ricognizione di luoghi diventati pericolosi o inaccessibili in seguito a calamità.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE