Uno smartphone collegato al cruscotto per sostituire la head unit dell´auto

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 26 Febbraio 16 Autore: Pinter
Uno smartphone Android integrato nel cruscotto, in sostituzione della head unit di bordo: è il concept di DrivemodeCar 2.0, un prototipo costruito dall´omonima start-up e da Honda che punta a rivoluzionare i sistemi infotainment.

Anche le vetture più economiche sono ormai dotati di sistemi di infotainment più o meno evoluti che ci assistono nella guida. Il più delle volte però non vengono aggiornati, perdendo con il passare del tempo la loro utilità. Honda sta testando una nuova tipologia di sistema di infotainment in collaborazione con Drivemode.
 
La base è un´app. DrivemodeCar 2.0 è l´evoluzione di Drivemode, un´app sviluppata da un team di esperti con un passato in Zipcar e Tesla. Scaricato dal Play Store ed installato su oltre 400 mila smartphone Android, il software permette di gestire (e semplificare) le classiche funzioni dell´infotainment: navigazione, musica, telefonate, messaggi e così via.

Uno smartphone collegato al cruscotto per sostituire la head unit dell´auto - immagine 1

L´obiettivo è fornire una soluzione pratica e sicura (negli Usa rispetta le linee guida della Nhtsa) per chi non dispone di un sistema evoluto, o per chi preferisce integrare le funzioni di base in un semplice smartphone posizionato sul cruscotto. L´app permette di fare tutto con "tap", "swipe" e gesti: tuttavia, il prototipo realizzato con Honda va oltre, trasformando il telefonino in qualcosa di più.

Lo smartphone trova spazio nell´alloggiamento ricavato nel cruscotto. Quando viene inserito, il device si integra con tutti i sistemi dell´automobile, inclusi i sensori e le telecamere: durante la retromarcia, ad esempio, il telefonino visualizza le immagini della backup camera, proprio come un sistema di serie. Per il momento si tratta quasi di un esercizio di stile che potrebbe impiegare ancora svariati anni prima di raggiungere realmente il mercato.

Lo smartphone ed il software a bordo sono controllabili tramite i comandi presenti al volante e comandi vocali e gestuali per la riproduzione audio, apertura applicazioni, avvio e ricezione chiamate, inoltro e lettura messaggi, presentandosi come un potenziale concorrente di CarPlay e di Android Auto. 

Trattandosi di un concept, il sistema è ancora lontano dall’essere perfetto, tuttavia l’obbiettivo della collaborazione è trovare entro pochi anni una soluzione alternativa ed a basso costo ad Android Auto ed Apple CarPlay.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE