Un iPhone nuovo a meno di 300 euro? Basta farselo da soli

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 07 Maggio 17 Autore: Stefano Fossati
Vuoi un iPhone 6S nuovo di zecca per 300 dollari (circa 280 euro)? Nessun problema, basta semplicemente che… te lo costruisca da solo. No, Apple non ha sposato la filosofia dell’Ikea vendendo i suoi smartphone in scatola di montaggio; tuttavia non è difficile acquistare in Cina tutte le singole componenti originali del dispositivo a prezzi contenuti, e se si ha la capacità di assemblarle è possibile ottenere un iPhone perfettamente identico a quelli “ufficiali”, spendendo meno della metà della cifra necessaria per acquistarne uno “già fatto”.



Lo ha dimostrato un certo Scotty Allen, un informatico che trascorre lunghi periodi a Shenzhen, in Cina, per motivi di lavoro: in un video di 23 minuti pubblicato su YouTube, Allen ha documentato come è riuscito a costruire un iPhone 6S da 16 GB mettendo insieme i pezzi comprati nei mercatini pubblici di telefoni cellulari molto diffusi nella contea di Futian, l’area (di cui la città di Shenzhen è il capoluogo) che ospita numerosissimi produttori di dispositivi e di componentistica elettronica. Compresi molti fornitori di Apple.

Secondo Allen, questi mercatini sono alimentati principalmente dagli smartphone scartati dalle linee di produzione perché non in linea con gli standard qualitativi stabiliti dai committenti. La ricerca è partita dalla scocca e dal display, quindi è passata alla scheda madre: non sentendosela di assemblarne una acquistando separatamente i vari chip e gli altri microcomponenti che la compongono, Allen ha preferito trovarne una già pronta. Poi l’uomo deve essersi fatto prendere un po’ la mano, probabilmente a causa dell’inesperienza, comprando più componenti di quanto ne fossero necessari: nel video spiega infatti di avere speso complessivamente più di mille dollari, ma quelle che sono risultate necessarie per costruire l’iPhone avevano un valore “probabilmente attorno ai 300 dollari”.

Un po’ per il poco tempo a disposizione, un po’ a causa del fatto che era la prima volta che assemblava uno smartphone, Allen ha impiegato un paio di mesi per portare a termine l’impresa. Dalla quale ha imparato – spiega – che costruire un iPhone, dopotutto, non è troppo diverso dall’assemblaggio di un computer desktop… solo che tutto è molto più piccolo. Non sappiamo se l’iPhone “fai-da-te” abbia evidenziato problemi o difetti nell’uso quotidiano: ovviamente non è coperto dalla garanzia Apple, ma vuoi mettere la soddisfazione di esserti costruito lo smartphone con le tue mani?

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE