Turchia: il blocco di Internet dopo la strage, ecco la storia

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 13 Ottobre 15 Autore: Jone Pierantonio
Categoria: windows
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Un attentato che ha colpito una marcia per la pace. Le prime vittime di Ankara sono state 95, cresciute poi coi giorni a venire. Dietro esso si suppone ci sia la presenza dell’Isis, terrore di questi anni. Tuttavia oltre i pianti e la paura delle stragi, la Turchia vive negli ultimi anni un altro fenomeno, quello del blocco di Internet.

Turchia: il blocco di Internet dopo la strage, ecco la storia - immagine 1


Subito dopo l’attentato, in cui un kamikaze si è fatto esplodere tra la folla durante la manifestazione per chiedere la pace tra Turchia e il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), l’accesso ai social è divenuto impossibile. Il pretesto con cui il governo ha imposto il blocco, è stata che non si voleva che le immagini della strage fossero condivise su Twitter o Facebook. Ovviamente molti hanno levato le voci gridando ‘ecco un’altra scusa’. Erdogan è difatti noto per i suoi blocchi ai social network o ai siti di informazione. Solo un mese fa un’ altra grande interruzione aveva colpito i social e vari network turchi. Fonti turche riferiscono che dalla sua scalata al potere ad oggi, i blocchi internet messi in atto dal primo ministro turco sarebbero 6. Ricordiamo il blocco di marzo 2014, ad esempio, in cui gli stessi nodi Tor vennero fermati. Oltre a questo, ricordiamo che il primo novembre 2015 ci saranno le lezioni.


[  [1] 2  3  4     Successiva »   ]

Pagine Totali: 4

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter