Truffa memoria: dopo Samsung arriva Apple

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 05 Gennaio 15 Autore: Pinter
Truffa memoria: dopo Samsung arriva Apple
Anche Apple potrebbe aver presto seri problemi per la questione del notevole divario fra la memoria reclamizzata su iPhone ed iPad e quella effettivamente a disposizione del consumatore.

In California è stata avviata una causa contro Apple, accusata di non fare abbastanza per informare gli acquirenti di questa differenza a livello di memoria e, in pratica, di fornire informazioni commerciali ingannevoli. Per lo stesso motivo Samsung è stata di recente condannata in Italia, con una sanzione di 1 milione di euro da parte dell´ Antitrust.
Sui dispositivi Apple con iOS 8 e 16GB di memoria, il sistema operativo arriva ad occupare
attorno al 20 per cento dello spazio disponibile. I promotori della causa affermano che Apple pensa di farla franca offrendo spazio gratuito su iCloud, tuttavia si tratta di un servizio non accessibile dai dispositivi di altre marche e che, per giunta, necessita di una connessione. Sugli smartphone Samsung la differenza fra memoria ´pubblicizzata´ e memoria ´effettiva´ è più marcato, seguiremo ad ogni modo gli sviluppi della vicenda e le eventuali ripercussioni che avrà sulle strategie di comunicazione di Apple.

Truffa memoria: dopo Samsung arriva Apple - immagine 1
In Italia, invece, è stata Samsung a soffrire le conseguenze di questo “problema”: L’Agcm ha infatti multato con un milione di euro la filiale locale per “pratica commerciale scorretta”. Nel provvedimento numero 25.238 del 19 dicembre scorso, nato a seguito delle segnalazioni di alcuni clienti, si evidenzia come l’affermazione “i 4 GB di memoria, espandibile fino a 32 GB con moduli micro SD, possono ospitare applicazioni, musica, foto, video e documenti in quantità” riferita allo smartphone XCover 2 e riportata sul sito della società non risponda al vero. La stessa Samsung avrebbe infatti dichiarato all’Agcm che la quantità di memoria disponibile al primo avvio sarebbe di soli 0,9 GB. L’Autorità ha inoltre valutato anche i dati dichiarati da Samsung per gli altri prodotti a catalogo, che hanno evidenziato differenze clamorose. Per questo, oltre a comminare la sanzione, l’Agcm ha anche chiesto a Samsung di non continuare a diffondere questo tipo di informazione.

Truffa memoria: dopo Samsung arriva Apple - immagine 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE