Trend Micro, due strumenti gratuiti per aggirare i ransomware senza pagare riscatti

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 20 Giugno 16 Autore: Stefano Fossati
L’incubo più ricorrente dei possessori di computer negli ultimi tempi, siano essi privati o aziendali, si chiama ransomware: si tratta di quei malware che, una volta infettato il sistema, ne criptano i dati rendendoli inaccessibili per dare modo agli autori dell’attacco di chiedere un riscatto in cambio della “chiave” per riavere i propri file. Per questo è interessante l’iniziativa di Trend Micro, fra le principali aziende di sicurezza software a livello mondiale, che ha lanciato Crypto-Ransomware File Decryptor Tool e Lock Screen Ransomware Tool, due strumenti gratuiti realizzati per aiutare gli utenti, le aziende e le organizzazioni a fronteggiare i pericoli dei ransomware.

Con File Decryptor Tool, fa sapere la società, è possibile recuperare i file “tenuti in ostaggio” sui sistemi infetti con alcune varianti di crypto-ransomware, come TeslaCrypt e CryptXXX. Se i sistemi sono invece colpiti da ransomware che bloccano lo schermo del dispositivo, il Lock Screen Ransomware Tool consente agli utenti a riguadagnare l’accesso allo schermo nonostante la presenza del malware.

Trend Micro, due strumenti gratuiti per aggirare i ransomware senza pagare riscatti - immagine 1

Uno degli obiettivi principali di questi strumenti è quello di evitare che gli utenti colpiti e le aziende cedano alle pressioni e paghino il riscatto per riavere i loro dati sensibili, mitigando l’effetto di alcuni ransomware così da recuperare file importanti e l’accesso ai sistemi. “È importante non soccombere alle richieste degli hacker, perché non c’è garanzia che al pagamento del riscatto corrisponda la restituzione dei dati rubati”, spiega Gastone Nencini, Country Manager di Trend Micro Italia.

Ovviamente, oltre all’utilizzo degli strumenti gratuiti, Trend Micro raccomanda anche di implementare un ambiente di sicurezza su più livelli per proteggere le email, gli endpoint, le reti e i server, in modo da bloccare i ransomware prima che possano infettare i computer, il gateway di posta elettronica o Office 365. Oltre a questo, l’azienda suggerisce alcune condotte semplici ma sempre efficaci contro i ransomware e ogni tipo di malware: evitare di aprire email non verificate o di selezionarne i link incorporati, che potrebbero avviare il processo di installazione di ransomware; eseguire il backup dei file importanti utilizzando la regola del 3-2-1 (creare tre copie di backup su due diversi supporti, con uno dei back-up conservato in un luogo diverso); aggiornare regolarmente il software, i programmi e le applicazioni per avere la certezza che le app siano sempre le più recenti e abbiano il massimo livello di protezione contro le nuove vulnerabilità.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE