Toyota, un sistema di navigazione per “dare la vista” ai ciechi

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 09 Marzo 16 Autore: Stefano Fossati
Toyota si dedica allo sviluppo di un nuovo sistema di navigazione. Non sarà montato sulle sue auto e non sarà nemmeno basato sul sistema satellitare GPS: “Project Blaid”, come è stato battezzato il nuovo progetto in fase di sviluppo da parte del colosso giapponese, è pensato piuttosto per aiutare le persone con problemi di vista a muoversi e orientarsi all’interno degli edifici, compresi uffici e centri commerciali, dove il normale segnale GPS incontra problemi di ricezione.

Presentato ufficialmente nei giorni scorsi, attualmente il sistema è ancora allo stadio di prototipo: consiste essenzialmente in un dispositivo da indossare sulle spalle, dotato di una serie di telecamere e sensori che identificano porte, scale, ascensori, scale mobili e anche le segnalazioni relative ai bagni; l’utente può controllarlo attraverso comandi vocali e una serie di pulsanti dedicanti, ricevendo indicazioni sulla direzione da seguire da un motore a vibrazione e da un altoparlante montati sul device. Il principale produttore automobilistico del mondo intende integrare nel dispositivo in futuro anche tecnologie per la mappatura, il riconoscimento degli oggetti e persino il riconoscimento facciale.

Toyota, un sistema di navigazione per “dare la vista” ai ciechi - immagine 1

“Toyota non è semplicemente un produttore di grandi auto e veicoli commerciali. Crediamo di avere un ruolo da giocare nel dare risposte alle sfide della mobilità, compresa quella di aiutare le persone con problemi di mobilità a fare di più”, spiega Doug Moore, manager della divisione robotica del gruppo nipponico. Lo scopo è quello di far sì che ciechi e ipovedenti possano avere una sempre maggiore indipendenza negli spostamenti di tutti i giorni.

Presto inizierà la fase di "beta testing", assicura la casa. Per l’implementazione del progetto in vista della realizzazione del prodotto finale, Toyota ha anche chiesto ai suoi dipendenti di inviare video di punti di riferimento quali segnali di uscita, porte e ascensori per poterli utilizzare nel perfezionamento degli algoritmi di riconoscimento. Essendo il progetto nella fase iniziale di sviluppo, Toyota non si sbilancia a prevedere quando il dispositivo potrebbe essere commercializzato né quanto potrebbe costare.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Hardware

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE