Stampa laser 3D di strutture cellulari contro la calvizie

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 30 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
La stampa 3D potrebbe rappresentare la svolta nell´eterna lotta alla calvizie: il colosso della cosmetica L’Oreal ha siglato una partnership con la società francese di “bioprinting” Poietis, che ha realizzato un sistema per la stampa laser di strutture cellulari, allo scopo di realizzare follicoli che possano essere utilizzati negli impianti di capelli. Si tratta di un procedimento del tutto inedito, che secondo la stessa L’Oreal richiederà almeno tre anni di ricerche prima di poter essere applicato.

Il gruppo conduce da tempo ricerche su tessuti epidermici realizzati per mezzo della stampa 3D: ora intende sperimentare una tecnologia simile per giungere alla realizzazione di follicoli che potrebbero ridare i capelli alle persone affette da calvizie, anche se al momento gli stessi ricercatori invitano alla cautela. Una volta raggiunto l’obiettivo di ottenere follicoli artificiali con la stampa laser, ulteriori studi dovranno stabilire se potranno essere impiantati senza problemi negli esseri umani.

Stampa laser 3D di strutture cellulari contro la calvizie - immagine 1

Poietis ha sviluppato negli ultimi due anni un innovativo processo di “bioprinting” basato sul laser per la realizzazione di tessuti organici, grazie al quale ha già creato cartilagini e altre strutture cellulari. Il procedimento richiede circa 10 minuti per stampare un frammento di pelle di un centimetro di larghezza e mezzo millimetro di spessore. La “fabbricazione” di un follicolo richiederebbe ancora più tempo, essendo composto da una complicata struttura di 15 diverse cellule: “E’ uno degli oggetti più complessi fra i progetti di bioprinting che abbiamo mai realizzato”, ammette Fabien Guillemot, amministratore delegato della società.

Il processo allo studio nei laboratori di L’Oreal e Poietis prevede il ricorso al laser bioprinting per ottenere dei tessuti organici che, una volta usciti dalla stampante, richiederebbero un certo tempo di “maturazione” prima di poter avviare la crescita di un capello. Come detto, comunque, lo studio è ancora nelle fasi iniziali: milioni di persone in tutto il mondo dovranno ancora pazientare qualche anno prima di affidare a una stampante la speranza di recuperare la chioma perduta.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE