Siri e Google Now? Roba vecchia: ecco Viv, l’assistente che sostituirà app e display

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 06 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
I vari Siri, Google Now, Cortana, Alexa e S-Voice potrebbero trovarsi presto a fronteggiare un nuovo, temibile concorrente: Viv è stato creato dagli stessi sviluppatori che crearono Siri prima di venderlo ad Apple nel 2010 e, secondo il Washington Post, rappresenta “il prossimo passo fra gli assistenti vocali”.

A renderlo diverso dagli altri assistenti personali digitali – che, oggi come oggi, funzionano tutti in maniera simile – è un ulteriore perfezionamento dell’intelligenza artificiale su cui è basato. Per fare un esempio, i suoi sviluppatori hanno usato Viv per ordinare una pizza. Se chiediamo agli attuali assistenti di ordinare una pizza, generalmente ci indirizzeranno su una pagina di ricerca con le pizzerie più vicine o ci proporranno di chiamare il numero di una di queste; quando invece uno degli sviluppatori ha fatto la stessa richiesta a Viv, quest’ultimo ha chiesto a sua volta se desiderasse una guarnitura, quindi tre colleghi dell’uomo hanno a loro volta chiesto una pizza e Viv ha chiesto ulteriori dettagli: alla fine sono arrivate quattro pizze, ognuna con la guarnitura desiderata, senza che nessuno dei quattro sviluppatori avesse fatto una telefonata, né effettuato una ricerca né usato un’app.

Siri e Google Now? Roba vecchia: ecco Viv, l’assistente che sostituirà app e display - immagine 1

Questo assistente digitale di nuova generazione apre dunque la strada a dispositivi realmente "intelligenti", la cui interfaccia sarà costituita dall´interazione vocale e non più da un display sul quale navigare fra app, browser e motori di ricerca. Un po´ come già oggi avviene con Echo, l´altoparlante smart di Amazon (in vendita negli Stati Uniti) che, attraverso l´assistente digitale Alexa, permette all´utente di chiedere notizie, informazioni dal web o un´auto di Uber. Secondo il team di sviluppo, Viv è in grado di comprendere le richieste dell’utente avviando con lui una conversazione per poterla esaudire nel migliore dei modi. Utile, senza dubbio, anche se mi agita un po’ il pensiero di certi momenti della giornata in cui non ho voglia di parlare nemmeno con un familiare, figuriamoci con un assistente digitale…

Al momento non è chiaro dove Viv troverà applicazione, né se i suoi sviluppatori intendano continuare a gestirlo anche in futuro o venderlo a un’altra società come fecero con Siri. Parlando con il Washington Post, il suo co-creatore Dag Kittlaus dice di avere dialoghi aperti con produttori di auto, società televisive e altri gruppi del settore media sulla possibilità di integrare Viv nei loro prodotti. Di certo potremmo presto ritrovarci a dialogare con lui.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE