Sempre più web-addicted: in 10 anni raddoppiato il tempo che trascorriamo online

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 02 Giugno 15 Autore: Pinter
Sempre più web-addicted: in 10 anni raddoppiato il tempo che trascorriamo online
Secondo il rapporto "Adults Media Use and Attitudes Report 2015" redatto dall’Ofcom, autorità competente e regolatrice indipendente per le società di comunicazione nel Regno Unito, la gente passa circa il doppio del tempo “on line” rispetto a 10 anni fa.

Cambiate anche le abitudini di utilizzo della rete con i con la fruizione di video in streaming, giochi on line, chiamate VoIP e social media che è triplicata rispetto al 2007. Dal 2014 si è passati ad una media di 20 ore e 30 minuti settimanali. Il sondaggio è stato condotto su un campione di 1890 persone dai 16 anni in su.

Il maggior incremento riguarda la fascia dai 16 ai 24 anni il cui utilizzo della rete, dal 2005, è triplicato salendo da 10 a 27 ore settimanali. L’arrivo di iPad, cinque anni fa, ha contribuito ad incrementare i tempi di navigazione. Nel 2010, il tablet era utilizzato dal 5% degli adulti mentre nel 2014 si è passati al 39%. Più che duplicato, in cinque anni, anche l’utilizzo dismartphone. Dal 30% degli adulti del 2010 si è passati al 66% nel 2014.

Conseguenza di quesa diffusione di tablet e smartphone è anche una maggiore quantità di tempo speso online "in mobilità" che è aumentato di cinque volte negli ultimi dieci anni, da 30 minuti nel 2005 a quasi due ore e mezza nel 2014.

Come detto, anche il modo in cui usiamo internet sta cambiando, con molte più persone che guardano TV e video su internet. Un quarto degli utenti di internet guarda regolarmente TV o film online utilizzando servizi di streaming. La crescita maggiore si è avuta ancora nella fascia dai 16 ai 24 anni di età che è salita al 39 per cento rispetto al 21 per cento del 2007.

Lo smartphone è il dispositivo primario utilizzato per il gioco on line ed anche lamessaggistica istantanea ha visto un notevole aumento di popolarità guidata da diversi servizi tra cui WhatsApp, Facebook Messenger e BBM.

Il 52 per cento utilizza regolarmente il proprio telefono per controllare posta elettronicarispetto al 5 per cento del 2005 ed anche l’uso dei social media si è triplicato rispetto al 2007. Quasi tre quarti degli utenti dai 16 anni in su dichiara di avere un profilo social.

Gli utenti sono sempre più propensi ad accettare che dovrebbero essere protetti da contenuti online inappropriati o offensivi. Ad affermarlo è circa il 60 per cento. Aumentate anche le preoccupazioni per quanto concerne le applicazioni mobili.

La maggior parte degli utenti di internet (circa il 68 per cento) non ha problemi a fornire informazioni personali on line, convinti di poterne beneficiare in qualche modo. In molti, tuttavia, non darebbero mai i dati della propria carta di credito o il numero di cellulare.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE