Samsung porta un po´ di Note 7 sui Galaxy S7 e S7 Edge (ma non le esplosioni)

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 18 Ottobre 16 Autore: Stefano Fossati
La vicenda che ha portato Samsung a ritirare dal mercato il Galaxy Note 7 a due mesi dalla presentazione è ormai arcinota. Questo smartphone top di gamma, nonostante tutto, proponeva alcune caratteristiche decisamente interessanti, che infatti erano state accolte positivamente nelle prime recensioni del dispositivo lo scorso agosto: peccato dover aspettare il prossimo “flagship” coreano (il Galaxy S8, atteso a febbraio 2017) per poterle riavere. Per questo la casa ne sta già portando alcune, attraverso un futuro aggiornamento software, sui Galaxy S7 e S7 Edge.

Dopotutto gli attuali top di gamma Samsung, fra i best seller del mercato nel 2016, condividono con il “defunto” Galaxy Note 7 molte caratteristiche hardware (ma non quelle che causavano surriscaldamenti e incendi in quest’ultimo, per fortuna): processore, memoria, risoluzione del display e fotocamere sono gli stessi, inoltre l’S7 Edge ha lo schermo con i bordi laterali arrotondati di dimensioni (5,5 pollici) simili a quelle (5,7 pollici) del Note 7.

Samsung porta un po´ di Note 7 sui Galaxy S7 e S7 Edge (ma non le esplosioni) - immagine 1

Fra le novità provenienti dal Galaxy Note 7 in arrivo in questi giorni sulla serie Galaxy S7 ci sono alcune funzionalità “always on screen” (vale a dire sempre visualizzate sullo schermo, anche quando è in standby), come la possibilità di visualizzare foto, notifiche delle app Samsung e orologio in modalità “always on screen”. Non sono supportate invece le notifiche da parte di app di terze parti né l’interfaccia Grace UX introdotta proprio sul Note 7: entrambe arriveranno probabilmente a fine anno con l’aggiornamento ad Android 7 Nougat.

Ovviamente né ora né in futuro potranno essere supportate sui Galaxy S7 quelle funzionalità che richiedono caratteristiche hardware specifiche non presenti su questi smartphone, come la scansione dell’iride dell’utente o le funzioni legate all’uso del pennino: per queste bisognerà attendere l’erede del Note 7, possibilmente non altrettanto “esplosivo”. E dopo il danno di immagine causato da questo dispositivo, secondo alcuni analisti Samsung potrebbe dismettere la denominazione “Note”: qualcuno ipotizza quindi che il futuro phablet con pennino potrebbe chiamarsi Galaxy S8 Pro, sottolineando la parentela tecnica con la serie Galaxy S e la destinazione principalmente al target dei professionisti.

L’aggiornamento del firmware per i Galaxy S7 e S7 Edge non è ancora stato rilasciato in Europa, dove è comunque atteso a breve: in Italia le versioni solitamente più “veloci” a ricevere gli update sono quelle “no brand” e quelle brandizzate Vodafone, le ultime quelle vendute da Tim.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE