Realtà virtuale: utenti più interessati a turismo e a home design che ai videogames

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 13 Luglio 16 Autore: Stefano Fossati
E se Mark Zuckerberg, sulla realtà virtuale, avesse sbagliato tutto, o quasi? Se Oculus, acquisita da Facebook nel 2014 per due miliardi di dollari, per il suo visore Rift ha puntato in primo luogo sui videogame, che costituiscono la struttura portante dell’offerta di contenuti messa a punto dalla società contemporaneamente al lancio del prodotto hardware, una nuova ricerca dimostrerebbe che gli utenti, in realtà, sono sì interessati alla realtà virtuale, ma per altre applicazioni.

Lo studio, realizzato negli Stati Uniti da Greenlight VR, società di ricerche focalizzata sui formati emergenti, evidenzia che i consumatori vorrebbero usare la realtà virtuale innanzi tutto (73,5%) per applicazioni di viaggi e turismo, mentre i giochi si piazzano solo al sesto posto. In mezzo ci sono film e contenuti video (67,3%), eventi (67%), home design (65,9%) e applicazioni educative (63,9%).

Realtà virtuale: utenti più interessati a turismo e a home design che ai videogames - immagine 1

L’indagine (condotta fra più di 1200 americani fra i 18 e i 60 anni) evidenzia anche che, fra coloro che hanno già provato la realtà virtuale, nell’86% dei casi l’esperienza è stata positiva, tanto che questi utenti si dicono molto propensi a provarla ancora. Sulla realtà virtuale, uno degli indiscussi trend tecnologici del 2016, stanno investendo notevoli risorse molti colossi tecnologici, dal già citato Facebook a Google, da Samsung a Sony, passando per HTC e Asus.

Il fatto che, in molti casi, l’offerta di contenuti VR si sia focalizzata sui videogame è motivato comunque dalla propensione dei consumatori ad acquistare questo tipo di applicazioni, a prezzi elevati, anche al di fuori della realtà virtuale, il che dovrebbe favorire la domanda di titoli a pagamento realizzati per questa tecnologia. Samsung, in un recente incontro a Milano, ha comunque sottolineato che, fra le aziende, gli utilizzi più frequenti del visore Gear VR a scopi di marketing e comunicazione si sono avuti in settori come il turismo, l’intrattenimento video, l’automotive e il food & beverage.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE