Notizia Precedente
Privacy Eraser 4.1.2.1295

Quasi il 50% della popolazione cinese è online

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 24 Luglio 15 Autore: Pinter
Quasi il 50% della popolazione cinese è online
Quasi la metà dell´intera popolazione cinese è attiva su Internet attraverso computer, tablet o smartphone. Lo riferisce l´agenzia France Presse che cita l´osservatorio semi ufficiale China Internet Network Information Center (CNNIC).

Secondo il rapporto biennale stilato dall´istituto, solo nel primo semestre dell´anno circa 18,94 milioni di nuovi utenti si sono aggiunti al popolo del web, per un totale di 668 milioni, il 48,8%.

Sono numeri da capogiro, soprattutto dal momento che si tratta di un solo paese e per di più con un recente sviluppo tecnologico. E a festeggiare è soprattutto il mondo dell´e-commerce. Nella prima metà del 2015, infatti, gli acquisti online sono aumentati del 39,1% rispetto allo stesso periodo dell´anno scorso, superando i 258 miliardi di dollari.

Colpisce che l´utilizzo del web in Cina è strettamente controllato dal governo:  i blog, micro blog e le chat room, per i quali viene richiesto, che l´utente si registri con il suo vero nome deve promettere per iscritto di evitare qualunque commento o azione che possa sfidare o creare disagio al sistema del partito comunista.

La stragrande maggioranza accede alla rete tramite dispositivi mobili. Sempre meno usati proprio i microblog mentre in costante crescita i sistemi di "instant Messaging" dove si è registrato un incremento del 17,8%. 

Fino a poco tempo fa la censura del grande fratello veniva aggirata usando le Vpn, virtual social network, dei programmi (per lo più a pagamento) che consentono di collegarsi da un indirizzo straniero e quindi di aggirare i filtri che bloccano l´accesso a questi siti. Recentemente i controlli sono stati intensificati e anche le vpn sono risultate inutili. Persino l´accesso a Google e ad alcuni dei suoi servizi è stato bloccato. La Cina di recente, anche per fronteggiare le numerose critiche sul suo operato in tal senso da parte della comunità internazionale, ha introdotto il concetto di "sovranità su Internet" in base al quale, sostanzialmente, ogni paese avrebbe il diritto di controllare i materiali pubblicati on line all´interno dei propri confini.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate