Project Valerie: giallo sul notebook da 52 pollici rubato al CES di Las Vegas

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 11 Gennaio 17 Autore: Stefano Fossati
Hai mai pensato a un notebook con uno schermo 4K da quasi 52 pollici? Lo ha presentato al CES di Las Vegas la californiana Razer, produttore focalizzato essenzialmente sul mondo del gaming. Sebbene Project Valerie sia solo un prototipo, non è affatto ingombrante, anzi: dimensioni e peso sono paragonabili a quelle di un “normale” notebook per il gaming. I 52 pollici (anzi, per la precisione 51,9) sono infatti il risultato di tre display da 17,3 pollici affiancati. Quando il computer viene chiuso, i due schermi laterali rientrano automaticamente dietro quello centrale: il risultato è un dispositivo dallo spessore di 3,5 centimetri e da 5,5 chili di peso, trasportabile nella sua borsa come qualsiasi notebook.

Project Valerie: giallo sul notebook da 52 pollici rubato al CES di Las Vegas - immagine 1

Al di là di questa particolarità, che fornirebbe un campo visivo enorme nei giochi, i prototipi visti al CES presentano caratteristiche hardware adeguate per un laptop gaming di fascia alta: i tre schermi sono dotati di pannelli IGZO con risoluzione 11520x2160 (4K) e supporto G-Sync, processore Intel i7 (6700HQ oppure 7700HQ) e GPU Nvidia GTX1080.

Inutile parlare di possibili prezzi: al momento non vi sono programmi relativi a una possibile messa in produzione di Project Valerie, tanto più che questo notebook è al centro di un vero e proprio “giallo”: a Las Vegas Razer ha infatti denunciato il furto dei due prototipi mostrati al CES, spariti dallo stand della società domenica, ultimo giorno dell’edizione 2017 della fiera dell’elettronica di consumo. Per Razer si tratta di una perdita importante, tanto che un portavoce ha promesso un premio di 25mila dollari per chiunque fornisca informazioni che possano portare all’identificazione e all’arresto dei responsabili del furto.

“Il nostro team ha lavorato mesi al progetto e allo sviluppo di questi esemplari”, scrive sulla pagina Facebook ufficiale Min-Liang Tan, CEO di Razer. Sui social tuttavia c’è anche chi azzarda che il furto sia stato orchestrato ad arte per ottenere esposizione mediatica gratuita, dal momento che il livello elevato dei controlli nei padiglioni del CES rende quanto meno “sorprendente” la possibilità di un’azione criminosa. Illazioni che lo stesso Tan respinge seccamente: “Considerando quanta pubblicità questo prodotto aveva già ottenuto prima ancora che iniziasse la fiera, tutti già ne parlavano e scrivevano, non mi sembra che Razer avesse così tanto bisogno di ulteriore esposizione”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Hardware

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE