Porno e realtà virtuale, ecco la maschera per respirare "l'odore del sesso"

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 29 Luglio 17 Autore: Stefano Fossati
Dedicato agli appassionati di sesso in realtà virtuale, arriva un accessorio da abbinare al visore VR per rendere l’esperienza più coinvolgente. Almeno stando a quanto promette il produttore. Niente bambole gonfiabili hi-tech o sex toy 2.0: “OhRoma”, realizzata dalla piattaforma americana di porno webcam CamSoda, è una “maschera olfattiva” che dovrebbe essere in grado di rendere il sesso virtuale ancora più eccitante (per lo meno per chi lo trova eccitante) rilasciando una serie di odori “a tema”.

Porno e realtà virtuale, ecco la maschera per respirare "l'odore del sesso" - immagine 1

L’aspetto, a dire il vero un po’ inquietante, ricorda quello di una maschera antigas: OhRoma può ospitare fino a tre cartucce contenenti altrettanti aromi scelti fra le sette diverse varietà che l’azienda offre attualmente, come ad esempio “odore di corpo”, “parti intime”, “mutandine”, “fragranze” o “afrodisiaci”… Abbinandole fra loro in maniera diversa, si possono ottenere più di 30 diverse combinazioni olfattive. Durante la sessione di sesso in VR su CamSoda, l’utente potrà utilizzare la mano libera per controllare la maschera attraverso un’app per smartphone (disponibile per Android e iOS) e la connessione bluetooth per sprigionare l’odore desiderato o più adatto al momento.



E se le immagini diffuse dall’azienda possono sollevare qualche dubbio sull’effettiva comodità del dispositivo “wearable”, che andrebbe ad aggiungersi a un non proprio leggerissimo visore VR (la casa assicura la compatibilità con Oculus Rift e HTC Vive), CamSoda assicura che le essenze che può rilasciare sono “testate per eccitare, svegliare i sensi e, alla fine, portare all’orgasmo”.

Porno e realtà virtuale, ecco la maschera per respirare "l'odore del sesso" - immagine 3

La maschera OhRoma, che si aggiunge a una serie di “accessori tattili” per il sesso virtuale già nel catalogo CamSoda, è attualmente disponibile in preordine al prezzo di 70 dollari, mentre le cartucce costano 6 oppure 10 dollari a seconda della fragranza (eh sì, “mutadine” o “parti intime” costano più di “cibo” o afrodisiaci”), ma c’è anche in “pack” con maschera e 30 cartucce assortite per soli 100 dollari. A queste cifre vanno ovviamente aggiunte quelle per le sessioni su CamSoda e per gli eventuali altri accessori per “ottimizzare” l’esperienza sulla piattaforma. Fatti due conti, fra le varie forme di sesso a pagamento, quella virtuale non sembra proprio fra le più economiche…

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE