Notizia Successiva
Le tante facce di Ubuntu

Più spazio libero sull’hard disk: Google Drive ora ti fa scegliere quali cartelle sincronizzare

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 18 Aprile 16 Autore: Stefano Fossati
A volte basta una piccola cosa per ottenere grandi benefici. Lo dimostra Google, che nell’ultimo aggiornamento dell’applicazione Google Drive per Windows e Mac ha aggiunto una semplice “check box” con la quale è possibile selezionare le cartelle che si vogliono sincronizzare in cloud, regolarmente con il proprio computer, così da liberare prezioso spazio sul proprio hard disk.

Fino a oggi, infatti, la sincronizzazione delle cartelle fra computer e Google Drive duplicava esattamente sull’hard disk locale tutti i contenuti memorizzati dall’utente nel servizio di cloud storage. La versione base e gratuita di quest’ultimo offre 15 gigabyte di spazio di archiviazione, ma esistono piani a pagamento (da 2 a 300 euro al mese) che offrono fino a 30 terabyte di spazio cloud, pressoché impossibili da sincronizzare con buona parte dei computer in circolazione.

Più spazio libero sull’hard disk: Google Drive ora ti fa scegliere quali cartelle sincronizzare - immagine 1

Una volta installata la nuova versione dell’applicazione (attualmente in fase di rilascio nelle varie aree geografiche), gli utenti dovranno cliccare sull’icona di Google Drive, quindi selezionare la voce Preferenze e quindi in “Opzioni di sincronizzazione” troverà due alternative: “Sincronizza tutto in I miei file” oppure “Sincronizza solo queste cartelle”.

Scegliendo la seconda, accanto a ogni cartella e sottocartella archiviata nel proprio spazio Drive verrà visualizzata appunto una “check box” unitamente all’indicazione dello spazio occupato e si potranno quindi selezionare le cartelle che si vorranno sincronizzare con l’hard disk del proprio computer, lasciando le altre accessibili solo tramite accesso in cloud. Nel caso si deselezioni una cartella precedentemente sincronizzata, questa verrà rimossa dall’hard disk locale, liberando il relativo spazio.

Per evitare la perdita accidentale di dati condivisi, Google ha anche reso disponibile un alert che avverte ogni qual volta vengano spostati o cancellati file condivisi con altri utenti, che ovviamente non potranno più accedervi. Queste novità sono solo le più recenti di una serie di funzionalità introdotte negli ultimi tempi da Google nel suo servizio cloud: fra queste, la possibilità di ricercare i file in base all’estensione e quella di effettuare il “drag and drop” di file nelle cartelle all’interno della finestra dei risultati di ricerca.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate