Notizia Precedente
WinMX 3.30 in italiano
Notizia Successiva
Trillian versione 0.74

Per non dimenticare l\'11 Settembre

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 10 Settembre 02 Autore: Vitoz
Per non dimenticare l\'11 Settembre
Oggi, un anno fa, New York diventa protagonista dell'atto criminoso più tremendo e tragicamente spettacolare che la storia ricordi. La distruzione delle Torri Gemelle cambia per sempre una fetta del futuro del mondo. E soprattutto, ci porta a capire che nessuno è intoccabile: la follia ragionata dell'uomo può colpire dovunque e comunque. Una perfetta macchina di devastazione, meticolosa e precisissima, scatena una incredibile simultaneità di eventi, che porta alla sparizione di due simboli dell'America finanziaria e capitalista. Tremila vittime. Un violento shock per buona parte del Mondo, impressionato da tanto osare, e impaurito dal veder subire tutto questo senza possibiità di difesa. E' un successo, quasi una festa, per chi vede la faccia del Male nascosta fra le stelle della bandiera americana. Pare irreale che nel nostro Primo Mondo, così lontano, anche troppo, dai problemi che affliggono quotidianamente la maggior parte del resto del Pianeta, si debba essere costretti alla sola idea di accettare simili catastrofi, perchè provocate dall'uomo con meticolosa, assurda scienza della distruzione, e non da Madre Natura, che spesso si ribella, giustamente, ai nostri stupri. Morte chiama morte: questo è il prezzo che troppa gente ha pagato e ancora sta pagando per quello che è accaduto. Passeggeri di aerei dirottati, che forse hanno avuto il tempo di capire, e sono scomparsi nel nulla con l'immagine di un disastro nei loro occhi. Lavoratori degli innumerevoli uffici commerciali del World Trade Center, uccisi dall'impatto con due Boeing 767 mentre stavano seduti alle loro scrivanie. Vigili del fuoco e poliziotti, i nuovi Eroi di un'America colpita al cervello, prima ancora che al cuore. E tutti coloro che pensavano di averla scampata, che ormai erano quasi fuggiti dall'inferno delle Twin Towers, inghiottiti dal crollo dei due giganti abbattuti. Inermi civili e bambini afghani, vittime innocenti di una rappresaglia forse legittima, probabilmente necessaria, ma frettolosa e mal gestita. Un periodo di pace apparente (perchè le tante guerre in atto non toccano il nostro mondo evoluto e privilegiato) non deve ingannare: secoli e secoli di lotte, praticamente senza sosta, portano a considerare che la Razza Umana ancora non sia pronta per divenire migliore e, nella piena accezione della parola, realmente umana. Gli schianti contro le Torri Gemelle e il Pentagono sono atti di guerra, prima ancora che terrorismo. Atti di guerra portati da vigliacchi, che non si espongono in prima persona, che non cercano azioni tese ad ottenere un risultato vero e proprio, ma mirano ad incutere destabilizzazione, e a cancellare quello che viene ritenuto fuori dai loro schemi, nella migliore tradizione della caccia alle streghe. Che in tale determinato contesto, possiamo facilmente definire come caccia all'imperialista. Forse non ci sono colpe specifiche per questo: ricorda gran parte della storia del Mondo. Quello che è diverso è stato sempre combattuto, preso come scusa per conquiste territoriali, bruciato sul rogo, messo in catene... Niente di nuovo purtroppo. Di nuovo ci sono solo i grandi interessi che orbitano attorno a tutto ciò, enfatizzando ancor di più le diversità, allargando a dismisura le divergenze fra le parti. Per una società che tenta di evolversi culturalmente, provando ad accorciare le distanze fra le culture stesse, che esperimenta il Villaggio Globale (non confondiamo con la Globalizzazione), esiste sempre il contraltare dell'indifferenza, del razzismo, dell'incomunicabilità, dell'ignoranza. E dopo l'11 Settembre 2001, molti muri si sono rialzati. Impariamo a comunicare, a comprendere, a capirci: un certo tipo di futuro è indissolubilmente legato a queste condizioni. Soprattutto, non dimentichiamo quanto successo, non scordiamo mai la tragedia americana, perchè in ogni caso è la tragedia di tutti. L'11 Settembre deve servire come lezione, monito, ed avvertimento. Anche se alla fine è un esempio... Un tremendo esempio di quanto sia imperfetto l'Uomo.Federico Vitali - Vitoz
39 - Commento/i sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate