Panoramica sulle autorizzazioni delle app di Android

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 25 Luglio 16 Autore: Fabio Ferraro
Dalla versione 6.0 di Android è possibile gestire le autorizzazioni concesse a ciascuna applicazione (funzionalità non disponibile invece nelle distribuzioni precedenti). Infatti, un’app potrà richiedere un permesso solo nel momento in cui ne avrà bisogno per svolgere un’attività.

Gestire al meglio i permessi, ci consente di utilizzare tutte le potenzialità del sistema.
Numerose sono l´app che richiedono il permesso per monitorare le connessioni e i servizi di comunicazione.

CHIAMATA DIRETTA NUMERO DI TELEFONO permette ad un’app di comporre numeri telefonici, senza il bisogno di un input da parte dell’utente. Viene utilizzata da servizi quali Skype, WhatsApp, ecc... .

INVIO SMS E MMS consente all’app di inviare autonomamente messaggi di testo.

IMPOSTAZIONI DATI CELLULARE autorizza un’app a monitorare l’utilizzo dei pacchetti dati.

Analogamente, le app potranno accedere ad informazioni relative alle connessioni WIFI e Bluetooth tramite i rispettivi permessi (INFORMAZIONI SULLE CONNESSIONI WIFI E BLUETOOTH).

Uno dei permessi da utilizzare con maggior parsimonia è ACCESSO COMPLETO AD INTERNET. Infatti, grazie a questa autorizzazione, un’app avrà la possibilità di scambiare e condividere in totale autonomia dati in rete.

Panoramica sulle autorizzazioni delle app di Android - immagine 1

Molte app, compresi social network, navigatori, ecc... richiedono i PERMESSI DI LOCALIZZAZIONE. Questi permettono ad un’app di conoscere la posizione geografica di un dispositivo. L’individualizzazione può essere APPROSSIMATIVA (tramite rete) o PRECISA (GPS).

Panoramica sulle autorizzazioni delle app di Android - immagine 2

Grazie ad alcune autorizzazioni, le app hanno la possibilità di gestire e modificare le informazioni presenti in un dispositivo.
MODIFICA/ELIMINAZIONE DEI CONTENUTI DELL’ARCHIVIO USB/SD consente ad un’applicazione di leggere, modificare e cancellare dati dalla memoria di uno smartphone. Viene utilizzata in genere da un’app per modificare ed aggiornare i proprio dati.

Un’app può visualizzare, modificare e cancellare i contatti presenti in rubrica, se ottiene il permesso LETTURA/SCRITTURA DATI DI CONTATTO.

Tramite GESTIONE DELL’ELENCO DEGLI ACCOUNT, le app potranno aggiungere, modificare e rimuovere gli account o le relative password presenti in un dispositivo. Generalmente viene utilizzato sugli account delle app che richiede questo permesso.

In merito all´account, UTILIZZARE, AGGIUNGERE O CANCELLARE DATI DAL DISPOSITIVO autorizza un’applicazione ad accedere alla posta elettronica di Gmail.
Alcune app, (quali browser, applicazioni per il backup, ecc...) potrebbero invece richiedere l’autorizzazione per accedere alla visualizzazione della nostra cronologia di navigazione e delle preferenze (LETTURA CRONOLOGIA E SEGNALIBRI DEL BROWSER).

In altri casi, potrebbe essere richiesta la LETTURA STATO E ID TELEFONO. Questo è un permesso molto utilizzato, che permette ad un’applicazione di terminare la propria attività in caso di chiamata in entrata ed uscita, o anche di individuare univocamente un dispositivo tramite IMEI (ad esempio per combattere la pirateria).

Panoramica sulle autorizzazioni delle app di Android - immagine 3

Infine, le app possono richiedere l’accesso ai file multimediali o alla fotocamera (ACQUISIZIONE DI FOTO E VIDEO) per poter facilmente gestire la galleria o l’utilizzo dell’hardware di acquisizione immagini.
È sempre bene diffidare da app che richiedono permessi che esulano dai servizi che offrono.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE