Panasonic, ecco la prima batteria flessibile per gli smart device

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 23 Ottobre 16 Autore: Stefano Fossati
Se Samsung lavora ai display flessibili, Panasonic prepara le batterie flessibili, altro componente fondamentale per i futuri (ipotetici) smartphone “pieghevoli”. La nuova batteria brevettata dalla casa giapponese è anche particolarmente sottile (circa 0,55 millimetri), altro aspetto che ne rende ideale l’impiego in dispositivi indossabili come “smart clothes” (abiti “intelligenti”), smartwatch e smartband, lasciando ai designer maggiore libertà nel definire l‘aspetto di questi device. La sua capacità limitata non ne consente invece l’adozione in dispositivi dai consumi elevati come gli smartphone, almeno allo stato attuale.

Panasonic, ecco la prima batteria flessibile per gli smart device - immagine 1

Secondo la società, questa batteria può essere piegata ad arco fino a formare un raggio di 25 millimetri e sottoposta a torsione fino a 25 gradi rispetto alla posizione iniziale, mantenendo le sue caratteristiche anche dopo numerose piegature e torsioni, diversamente da alcuni dispositivi elettronici esistenti (ad esempio le smart card) che possono sopportare un certo grado di piegatura, rischiando tuttavia un decadimento delle prestazioni.

La batteria flessibile è stata mostrata da Panasonic in occasione della fiera tecnologica giapponese Ceatec ed è pronta per essere messa in produzione: la società ha comunicato che le consegne alle aziende interessate inizieranno già alla fine di ottobre. Difficile, tuttavia, prevedere quando potremo vedere in commercio i primi dispositivi dotati di questa batteria.

Panasonic non è l’unica azienda impegnata nello sviluppo di componenti elettronici flessibili: da tempo ricorrono numerosi rumors sugli studi condotti in questa direzione da alcuni produttori di smartphone come LG e soprattutto la già citata Samsung, che in passato ha anche mostrato dei prototipi di dispositivi “pieghevoli”. Recentemente il colosso coreano ha depositato l’ennesimo brevetto relativo a uno smartphone con queste caratteristiche, e stando ad alcune indiscrezioni (non confermate) la società potrebbe lanciare il primo telefono flessibile già all’inizio del prossimo anno, contemporaneamente alla presentazione dei nuovi smartphone “flagship” Galaxy S8. La stessa azienda ha anche allo studio dei tablet pieghevoli. Secondo alcuni analisti, tuttavia, difficilmente vedremo dei dispositivi pieghevoli in commercio prima del 2018.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE