Non solo taxi, Uber per muoversi in città pensa all´aereo grazie alla tecnologia VTOL

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 27 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
Uber non intende limitarsi a fare concorrenza ai taxi. Tutt’altro; lo scopo di una delle più ricche startup al mondo è in realtà quello di esplorare e realizzare nuove forme di mobilità in ambito urbano. E se al momento le auto (magari a giuda autonoma) rappresentano una delle soluzioni immediatamente disponibili, il futuro passa da altre strade. Anzi, dal cielo.

In un’intervista rilasciata a Re.Code nel corso della Nantucked Conference, il Chief Product Officer di Uber, Jeff Holden, ha fornito qualche anticipazioni sui piani con cui la società intende arrivare a offrire nei prossimi anni ai suoi clienti la possibilità di svincolarsi da traffico e code grazie a piccoli velivoli leggeri, in grado di realizzare voli a corto raggio fra i quartieri cittadini. In particolare, Uber sta studiando la tecnologia VTOL (Vertical TakeOff and Landing), che permette agli aeromobili di levarsi in volo e atterrare in verticale, così da richiedere spazi molto ridotti, e con il minimo rumore.

Non solo taxi, Uber per muoversi in città pensa all´aereo grazie alla tecnologia VTOL - immagine 1

Una tecnologia alla quale stanno lavorando anche i ricercatori della Darpa, l’agenzia del Dipartimento della Difesa statunitense che si occupa di progetti avanzati a scopi militari (la stessa a cui si deve l’iniziale sviluppo di internet, per intenderci), che ha realizzato il VTOL-X (immagine sopra), un prototipo di aereo a decollo e atterraggio verticale progettato per raggiungere velocità fra i 240 e i 300 chilometri orari, pur contenendo rumore e costi operativi entro limiti accettabili. Ma gli stessi ricercatori sperano di poter sviluppare un modello in grado di viaggiare a velocità fino a 740 km/h.

Holden ha spiegato che Uber sta considerando la tecnologia VTOL allo scopo di offrire ai suoi utenti il maggior numero possibile di opzioni per i loro spostamenti, aggiungendo che l’impiego di velivoli a corto raggio “potrebbe cambiare le città e il modo in cui lavoriamo e viviamo”. Quando? Secondo il manager, questa tecnologia potrebbe essere impiegata nelle nostre città nel giro di un decennio.

In passato Uber ha offerto ai suoi clienti la possibilità di essere trasportati in elicottero in occasione di alcuni eventi speciali negli Stati Uniti, ma si è trattato di iniziative legate più a finalità promozionali che alla ricerca di forme alternative di mobilità urbana.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE