Nintendo e Dena: come cambia il gaming

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 23 Marzo 15 Autore:
Categoria: videogames
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Nintendo e Dena: come cambia il gaming - immagine 1
Chi è appassionato di videogiochi, sa che il panorama del gaming è in continua evoluzione, strettamente legato al progresso tecnologico, che spinge le possibilità per gli sviluppatori e crea nuovi  modelli  di gioco.

Uno degli ultimi grandi cambiamenti riportati nel campo, è stato il progressivo diffondersi degli smartphone, la cui potenza sempre maggiore ha permesso di poter guardare ai terminali come vere e proprie console di gioco, con una disponibilità di titoli di qualsiasi tipo, che ha visto innalzare al successo quei nomi in grado di sposare perfettamente la filosofia che si è creata attorno all’idea del gaming su mobile: quella fatta di partite veloci, immediate, rapide. Niente di troppo complesso che porti  a fissare per più di due minuti la stessa schermata.

Nintendo e Dena: come cambia il gaming - immagine 2
In questi anni, in cui il fenomeno “videogiochi e smartphone” si espandeva, Nintendo faceva suo il successo delle console Wii e Nintendo DS, continuando a sviluppare quei titoli dalla finissima qualità che su altre console è praticamente impossibile trovare. E mentre la casa di Kyoto guadagnava, il mondo su cui si appoggiava cambiava. Anche la concorrenza lo ha percepito, iniziando a pensare alle console non solo come veicolo esclusivo per videogiochi, ma – Microsoft più che Sony – offrendo anche servizi di streaming audio e video. Oggi le  console sono praticamente una cosa completamente differente rispetto a quelle di quindici anni fa.

Quando il mondo inizia ad apprezzare e a macinare milioni di download e dollari attorno a titoli come Candy Crush dovrebbe scattare un campanello d’allarme per coloro che hanno vissuto di titoli certosini e divertenti, di console costose dedicate solo all’intrattenimento come Nintendo ha sempre fatto. Il modello freemium o un prezzo al di sotto dell’euro sono molto più appetibili dalle masse che il dover spendere almeno 350€, a dirla buona, per comprare una console e un videogioco, per non parlare del dover mettersi davanti ad un televisore quando invece con il cellulare o tablet si può giocare dove si vuole.



[  [1] 2  3     Successiva »   ]

Pagine Totali: 3

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter