Nintendo Switch, prezzi "low cost" per il gaming online multiplayer

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 02 Febbraio 17 Autore: Stefano Fossati
Il servizio di gaming online multiplayer per la nuova console Nintendo Switch potrebbe costare fra i 2mila e i 3mila yen all´anno, vale a dire tra i 16,50 e i 25 euro. Lo ha detto il presidente del gruppo giapponese, Tatsumi Kimishima, parlando al quotidiano economico Nikkei: "Con i servizi - ha spiegato - ci dedicheremo completamente ai clienti".

Nintendo Switch, prezzi "low cost" per il gaming online multiplayer - immagine 1


Fino a oggi Nintendo ha offerto gratuitamente i servizi online per gli utenti delle sue console; tuttavia, in una recente intervista il responsabile dello sviluppo della Switch, Yoshiaki Koizumi, ha annunciato che il gruppo vuole offrire "un´altra dimensione" a livello di prestazioni nell´esperienza di gioco online, per la quale sono necessari "server di qualità molto elevata": di qui la decisione di realizzare per la nuova console un servizio che, dopo la fase di lancio gratuita, diventerà a pagamento a partire dal prossimo autunno, come ufficializzato il 13 gennaio in occasione della presentazione della Switch a Tokyo. In ogni caso, i costi ventilati da Kimishima non superano la metà di quelli dei corrispondenti servizi della concorrenza: PlayStation Plus per la console Sony ha un prezzo di circa 50 euro all´anno, mentre Xbox Live Gold di Microsoft arriva a 60 euro.

Il presidente di Nintendo ha aggiunto che la società ha allo studio la possibilità di arricchire in futuro la Switch - che sarà commercializzata dal 3 marzo a un prezzo, in Italia, di 329 euro - con funzionalità di realtà virtuale: il nodo principale da risolvere, ha sottolineato, riguarda la possibilità di giocare in VR per ore in maniera confortevole.

Nintendo Switch, prezzi "low cost" per il gaming online multiplayer - immagine 2

Un problema che il gruppo Nipponico ha dovuto fronteggiare già in passato: nel lontano 1995 la società fu infatti pioniera nella realtà virtuale con il lancio del Virtual Boy, un visore VR (un po´ più voluminoso di quelli attuali), venduto con tanto di supporto da tavolo, che consentiva di giocare in un ambiente tridimensionale monocromatico grazie a un effetto stereoscopico. Fu un colossale flop, dovuto anche al fatto che molti utenti lamentarono problemi fisici dopo sessioni di gioco prolungate. La produzione cessò l´anno successivo.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Videogames

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE