New York, niente più internet gratis in strada: troppo porno

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 16 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
Proprio mentre la Commissione europea annuncia un piano per portare il wi-fi in tutti i luoghi pubblici delle principali città entro il 2020, New York chiude il suo servizio di navigazione gratuita ai chioschi wi-fi sparsi per le strade cittadine. Motivo: sono troppo utilizzati… per guardare siti porno.

Il sindaco della metropoli americana Bill de Blasio ha spiegato che la chiusura del servizio di navigazione web LinkNYC per gli utenti è iniziata mercoledì e sarà gradualmente completata entro venerdì. Resteranno attivi gli atri servizi offerti dai chioschi LinkNYC, dalle telefonate gratuite all’accesso ai servizi cittadini di pubblica utilità.

New York, niente più internet gratis in strada: troppo porno - immagine 1

In una nota, l’ufficio del primo cittadino ha comunicato che “dal 14 settembre, la funzione di navigazione web è stata rimossa da tutti i tablet Link”. E poi specifica: “Questa funzione è stata rimossa per contenere l’uso eccessivo, a lungo termine e inappropriato dei chioschi”. Questa la sintetica nota ufficiale. Nello specifico, secondo quando riportano i media newyorkesi, molti residenti hanno lamentato il fatto che diversi utenti stazionavano per ore presso i chioschi. E in molti casi ne facevano un uso davvero “inappropriato”, tenuto conto che si trovano sui marciapiedi di strade pubbliche: la CBS riferisce che un abitante del quartiere Murray Hill ha scattato una foto in cui si vede un uomo a un chiosco wi-fi che si masturba mentre guarda immagini pornografiche.

L’ambizioso piano da 200 milioni di dollari per sostituire migliaia di cabine telefoniche a pagamento con delle colonnine che fornivano – fra i vari servizi – l’accesso a internet illimitato alla ragguardevole velocità di 1 Gbps era stato lanciato dal Comune di New York nel 2014. Fino a oggi sono stati installati quasi 400 chioschi in tre quartieri della città. Non resta che sperare che il progetto europeo per portare l’accesso a internet wi-fi nei luoghi pubblici nei prossimi quattro anni, accolto positivamente da stampa e opinione pubblica, non sia destinato a fare la stessa fine.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE