MyM Vision: il social network per i musicisti

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 27 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
Se l’offerta di social network “generalisti” è abbondante, da quelli più votati al “cazzeggio” a quelli per comunicare con il mondo, da quelli per trovare lavoro a quelli per condividere immagini, l’attenzione da qualche tempo si sta spostando verso le piattaforme “verticali”, destinate cioè a fasce di pubblico specifiche. Fra queste si inserisce la nuova interessante iniziativa di Internet of Artists, una startup fondata a Londra da un gruppo di manager italiani provenienti da diversi settori industriali e della digital economy, che ha lanciato in questi giorni My Music Vision (MYM Vision), una piattaforma social che si propone di mettere in relazione musicisti professionisti, emergenti e amatoriali, produttori artistici e operatori del settore musicale, in Europa e nel mondo, allo scopo di creare nuove opportunità di lavoro e di collaborazione, ovviamente nel mondo della musica.

La società ha annunciato che i primi servizi di MyM Vision saranno disponibili a breve sia attraverso un’app per mobile (per Android e iOS) sia attraverso il sito web mym.vision, tutti geolocalizzati e sincronizzati tra loro. Per accedere alla piattaforma sarà necessario caricare due videopresentazioni di 60 secondi l’una, per qualificarsi in maniera immediata sulla base delle proprie competenze musicali e di genere (dagli strumenti conosciuti alla tipologia di musica, che sia rock, jazz, fusion, classica o quant’altro). Una volta attivato l’account su MyM Vision, tutti i musicisti potranno completare il proprio profilo con una scheda contatti e una bio relativa alle proprie esperienze musicali precedenti, caricare demo e ulteriori immagini e video, interagire con altri musicisti iscritti alla piattaforma, proporsi come insegnanti di musica ma anche trovare nuovi palchi su cui esibirsi, individuando tramite geolocalizzazione i locali di musica live disponibili in zona, e dichiarare la propria disponibilità mediante un’icona che riproduce un semaforo. MyM Vision si propone così come la piattaforma di riferimento per creare collaborazioni e joint venture tra musicisti e lanciare nuovi progetti artistici.

MyM Vision: il social network per i musicisti - immagine 1

Sul fronte opposto, la piattaforma si rivolge anche ai locali pubblici e venue musicali che, registrandosi con una propria scheda in cui saranno indicate posizione, dimensioni della location, dettagli sull’acustica e altre informazioni, potranno a loro volta trovare band e musicisti in target con il proprio programma di eventi live e creare un calendario con le date disponibili in base alla tipologia di eventi, in modo da poter essere contattati dai musicisti specializzati nei diversi generi.

Allo stesso modo, le scuole di musica potranno individuare nuovi studenti e docenti e inserire la propria agenda di eventi come open day, audizioni o concerti tematici, mentre studi di registrazione e sale di prova potranno evidenziare nella propria scheda su MyM Vision le caratteristiche acustiche e la strumentazione messa a disposizione dei clienti, oltre al calendario delle disponibilità dello studio (in un prossimo futuro sarà attivabile anche la funzione di booking diretto da parte dei musicisti, attraverso il sito e le app).

Ma è solo l’inizio: Internet of Artists ha in programma per i prossimi mesi la progressiva attivazione di ulteriori servizi “premium”, dallo streaming diretto (per pubblicare concerti, casting, interviste etc.) a nuovi smart device specifici per la musica, dalla possibilità di attivare iniziative di crowdfunding alle consulenze legali di settore (per esempio in materia di contratti o di diritti musicali), dai servizi di ticketing alle già citate opzioni di booking diretto delle location (locali, sale prova e scuole di musica), fino al supporto ad attività di vendita di strumenti e merchandising.

“L’idea – spiega Riccardo Barbieri Torriani, CEO di Internet of Artists - è nata da un bisogno pratico: avevo la necessità di trovare un nuovo batterista in tempi rapidi ma ci vollero 11 colloqui e molte energie spese per scovare quello giusto. Da lì la riflessione su come migliorare l’organizzazione dell’attività artistica dei musicisti emergenti. Che il fine sia il divertimento o il desiderio di fare della musica il proprio mestiere, il nostro scopo è di incoraggiare e facilitare la promozione del proprio talento da parte di tutti i musicisti e tutte le band all’interno di un sistema che, per sua stessa natura, è fortemente meritocratico e democratico, grazie al continuo e immediato confronto con la community che lo alimenta. L’obiettivo a lungo termine è contribuire a dare voce ai talenti personali, alla diversità degli stili e dei generi musicali, fornendo gli strumenti necessari in un´unica piattaforma professionale”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE