Microsoft e la licenza trojan

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 08 Luglio 02 Autore: Casper
Microsoft e la licenza trojan
Il nostro <a href=http://www.swzone.it/forum/member.php?s=&action=getinfo&userid=16 target=_blank>Davide</a> segnala un articolo di Paolo Attivissimo per <a href=http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=1313&ar2=stampa&numero=999 target=_blank>Zeus News</a>, testata di informazione alternativa il cui spirito polemico è agli atti da tempo. L'editorialista si occupa in tono critico di un dettaglio previsto dalla licenza supplementare che accompagna una recente patch rilasciata da Microsoft per Windows Media Player, citata in questi termini: <font color=green>You agree that in order to protect the integrity of content and software protected by digital rights management ("Secure Content"), Microsoft may provide security related updates to the OS Components that will be automatically downloaded onto your computer. These security related updates may disable your ability to copy and/or play Secure Content and use other software on your computer. If we provide such a security update, we will use reasonable efforts to post notices on a web site explaining the update.</font> In sostanza, Microsoft si riserva il diritto di integrare nel sistema operativo o nel middleware (il software integrato da essa stessa prodotto) aggiornamenti successivi che potrebbero incidere sulle funzionalità del sistema, fino all'estrema conseguenza di disabilitare la riproduzione di contenuti protetti dalle normative sul copyright. Le opinioni degli osservatori in Rete sono abbastanza concordi nel censurare una simile eventualità, che lederebbe i diritti dell'utente, e Attivissimo non si lascia sfuggire l'occasione di sottolineare il disprezzo che la casa di Seattle dimostra nei confronti dell'utente finale. Ma è proprio così? Impedire la riproduzione di contenuti multimediali illegali, perchè di questo si tratta, può davvero essere considerata un'ingerenza illegittima nei diritti dell'utente? E l'aggiornamento più o meno automatico di software Microsoft, regolarmente previsto da una licenza supplementare che si suppone dovrebbe essere letta e approvata prima di installare la patch in questione, deve davvero essere ritenuta una prevaricazione?
39 - Commento/i sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE