Notizia Precedente
Windows 8 Codecs 1.02
Notizia Successiva
Audacity 2.0.0 RC5

Megaupload: richiesta ufficiale di estradizione in USA

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 05 Marzo 12 Autore: Gianplugged
Megaupload: richiesta ufficiale di estradizione in USA
Le autorità statunitensi hanno richiesto ufficialmente l´estradizione negli USA dei responsabili di MegaUpload, il cyberlocker messo offline in seguito all´arresto del fondatore del servizio Kim Dotcom e dei suoi soci Bram Van der Kolk, Finn Batato e Mathias Ortmann. I quattro imputati sono accusati di violazione di copyright e di attività legate al racket e al riciclaggio. Gli arresti erano avvenuti lo scorso gennaio in seguito a un´operazione condotta dall´FBI.

Secondo il quotidiano New Zealand Herald, dei legali che rappresentano gli USA hanno depositato la richiesta di estradizione per i quattro imputati presso una corte del Paese dell´Oceania. Dopo il suo arresto avvenuto il 19 gennaio, Kim Dotcom era stato recluso per circa un mese in una prigione neozelandese, ma era poi stato rilasciato su cauzione un paio di settimane fa. Le autorità statunitensi avevano 45 giorni di tempo per depositare la richiesta di estradizione.

Gli USA accusano MegaUpload di aver incassato milioni di dollari attraverso il suo servizio, permettendo ai navigatori la riproduzione in streaming di film piratati, trasmissioni televisive e musica. Il fondatore di MegaUpload si è sempre dichiarato innocente e si è definito una vittima della legge americana. Secondo Dotcom, le autorità USA si sarebbero mosse in seguito alle pressioni delle major statunitensi, in quanto finanziano i politici degli Stati Uniti. 

Le major detentrici dei diritti del materiale diffuso in streaming attraverso MegaUpload, hanno calcolato che il danno loro causato dal sito è stato di circa 500 milioni di dollari. Una cifra che configura la causa contro MegaUpload come il più grande caso di pirateria online della storia. Se la richiesta di estradizione venisse accolta, Kim Dotcom e soci, viste le pesanti accuse che oltre alla violazione di copyright comprendono anche reati legati a racket e riciclaggio, rischierebbero molti anni di carcere.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate