Ma con i robot arriverà la disoccupazione?

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 22 Febbraio 16 Autore: Pinter
Categoria: hardware
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum
Nell´arco di pochi anni sono cresciuti in maniera esponenziale gli investimenti destinati allo sviluppo dell´intelligenza artificiale da parte di alcuni dei principali colossi della Silicon Valley, una strategia che ha già portato alla nascita di molti servizi innovativi e che in futuro porterà alla crescita di nuovi strumenti in grado di semplificare la vita delle persone.

Fra trent´anni, però, i robot ci avranno trasformato in un esercito di disoccupati a caccia di hobby, o saranno i nostri migliori ´colleghi´ di lavoro, pronti a sbrigare i compiti più ripetitivi e pesanti lasciandoci liberi di esprimere la nostra creatività? Sono questi gli interrogativi e i diversi scenari che dividono gli esperti i quali  però concordano tutti su un punto: quella dell´automazione sarà una sfida cruciale a cui bisognerà prepararsi per tempo, magari reinventando il concetto di lavoro.

Infatti molti sembrano pensarla così e aumentano le polemiche provenienti da voci preoccupate che un eccessivo sviluppo dell´IA potrebbe rivelarsi una minaccia per gli esseri umani nei prossimi decenni.In tal senso, nuove previsioni arrivano ancora una volta dagli USA, dove un professore di ingegneria computazionale ha previsto un futuro tutt´altro che positivo in termini di occupazione.

Ma con i robot arriverà la disoccupazione? - immagine 1  
Moshe Vardi, Professore di Ingegneria Computazionale della Rice University, presso l´American Association for the Advancement of Science, ha rilasciato alcune dichiarazioni decisamente preoccupanti. Secondo Vardi, infatti, lo sviluppo della robotica entro i prossimi 30 potrebbe portare i robot ad essere in grado di svolgere quasi tutti i lavori portati a termine dagli esseri umani.

Come reagirà l´economia globale? Come ci reinventeremo l´uso del tempo libero? La questione è di scottante attualità, tanto da essere finita al centro dell´ultimo World Economic Forum di Davos, che nel suo ultimo rapporto ha affrontato il tema della cosiddetta ´Quarta rivoluzione industriale´ prevedendo la perdita di 5 milioni di posti di lavoro nei prossimi 4 anni per colpa dell´automazione.


[  [1] 2     Successiva »   ]

Pagine Totali: 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter