Lo scanner misura-calorie per smartphone

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 22 Gennaio 16 Autore: Pinter
Con NutriRay3D e uno smartphone saprete sempre esattamente quante calorie state per assumere con una pietanza: si tratta infatti di un progetto di crowdfunding appena partito per la realizzazione di un sistema che abbina un software ad uno scanner laser 3D da connettere allo smartphone.

Se siete a dieta e dovete perdere peso, sapere con esattezza quante calorie state per assumere col piatto di cibo che vi sta davanti è fondamentale, ma come fare? Attualmente ci sono diverse app che effettuano l´identificazione del cibo tramite la fotocamera o scansionando l´eventuale codice a barre (rarissimo, almeno nei nostri ristoranti), mentre altre non fanno altro che inviare le immagini a persone esperte che vi risponderanno comunicandovi l´apporto calorico, approssimativo, del vostro piatto.

Lo scanner misura-calorie per smartphone - immagine 1

La prima soluzione però è assai imprecisa, la seconda lo è altrettanto e non è nemmeno istantanea, quindi  sapere che il cibo che avete appena mangiato supera da solo di gran lunga il vostro apporto calorico giornaliero non è di grande aiuto una volta che l´informazione arriva in ritardo.

Così Sep Makhsous, dottorando dell´Università di Washington, ha deciso di realizzare Nutriray 3D, un´ingegnosa soluzione hardware/software che prevede lo sviluppo di un piccolo scanner laser 3D che, connesso allo smartphone dove si troverà l´apposita app (per iOS, Android e Windows), calcolerà il volume del piatto e, incrociandolo con alcune informazioni che dovrete inserire manualmente, vi dirà con buona approssimazione (attualmente tra l´87.5 e il 91%) quante calorie state per assumere, fornendo anche molte altre informazioni nutrizionali.

Un accessorio collegato allo smartphone proietta una griglia di punti laser di colore verde e crea una mappa 3D. Dall’immagine è possibile calcolare il volume della porzione di cibo, la quantità di calorie e i contenuti nutrizionali (zucchero, grassi, proteine, vitamine, ecc.), effettuando un confronto con un database. L’utente può eventualmente inserire manualmente i dati dei cibi più complessi, usando la tastiera dello smartphone o il riconoscimento vocale. La tecnologia laser è stata in origine sviluppata per assistere i ricercatori nello studio delle correlazioni tra cancro e cibo ingerito.


Un accessorio collegato allo smartphone proietta una griglia di punti laser di colore verde e crea una mappa 3D. Dall’immagine è possibile calcolare il volume della porzione di cibo, la quantità di calorie e i contenuti nutrizionali (zucchero, grassi, proteine, vitamine, ecc.), effettuando un confronto con un database. L’utente può eventualmente inserire manualmente i dati dei cibi più complessi, usando la tastiera dello smartphone o il riconoscimento vocale. La tecnologia laser è stata in origine sviluppata per assistere i ricercatori nello studio delle correlazioni tra cancro e cibo ingerito.

Il progetto, appena lanciato sul sito di crowdfunding indieGoGo, non è altro che il tentativo di adattare alle esigenze del pubblico consumer una soluzione analoga ma più complessa pensata inizialmente per gli epidemiologi nutrizionisti del Fred Hutchinson Cancer Research Center.

Attualmente, con una donazione di 199 dollari, vi sarà fornito lo scanner laser 3D, che gli sviluppatori cercheranno poi di rimpicciolire per rendere più comodo da collegare ad uno smartphone , che poi è uno degli obiettivi principali del progetto.

Se sarà raggiunta la soglia prestabilita dei 50.000 dollari i primi donatori riceveranno il NutriRay 3D il prossimo settembre.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE