Articolo Precedente
Guida a TV Tool

Linux e software libero: cenni storici

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 25 Dicembre 02 Autore: illegalinstruct


Agli albori dell´informatica, ogni computer doveva essere programmato individualmente. Ogni fabbricante di computer definiva un suo proprio insieme di istruzioni ed era impossibile far eseguire al computer prodotto da A un programma scritto per il computer prodotto da B. Le cose cambiarono quando, negli anni ´60, nacquero i primi linguaggi di programmazione, quali il Fortran ed il Cobol. 

Il programma veniva scritto in una sintassi "simil-inglese" e un apposito programma , detto compilatore, generava a partire da quella sintassi del codice binario che il calcolatore era in grado di capire: nasceva così la distinzione tra "codice sorgente" del programma e il programma eseguibile vero e proprio composto da codice binario.

Ovviamente era molto piu´ semplice capire come era fatto il programma se si aveva a disposizione il codice sorgente. Perciò, quando si voleva dare un programma a qualcuno, gli si dava sempre il codice sorgente e a volte anche il codice binario. Negli anni ´70 ci si rese conto che la tecnologia dei compilatori era ormai sufficentemente evoluta per permettere di scrivere un sistema operativo quasi interamente in un linguaggio di programmazione semplice da usare (per l´epoca) quale il C...

Nacque così UNIX, nei laboratori della AT&T, la più grande azienda statunitense di telefonia.La AT&T condivideva i sorgenti di UNIX con chiunque potesse contribuire a migliorarlo. Anche l´università di Berkeley, California, ottenne una copia dei sorgenti, e nel 1977 uscì la prima versione dello UNIX BSD (Berkeley Software Distribution).
Nel frattempo però apparvero i primi NDA (Non-Disclosure Agreement, o license agreement): si trattava di accordi in base ai quali un produttore di software, dietro pagamento di royalties permetteva l´utilizzo di un programma ai suoi clienti, ai quali forniva il programma eseguibile.

Gli utenti non potevano ridistribuire il programma, e spesso il produttore non forniva il codice sorgente del programma, rendendo cosi´ materialmente impossibile ai suoi clienti modificare il programma in base alle loro esigenze.

Tali NDA vennero considerati inaccettabili da molti programmatori, tra cui un giovane ricercatore del laboratorio di intelligenza artificale del MIT, Richard Stallman, che nel 1984 decise di scrivere un intero sistema operativo libero da accordi di non-diffusione. Decise inoltre che il sistema sarebbe stato un clone di UNIX e si sarebbe chiamato GNU: Gnu is Not Unix.

[  [1] 2     Successiva »   ]

Pagine Totali: 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate