Lenovo, Qualcomm e Google insieme per lo smartphone Project Tango

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 07 Febbraio 16 Autore: Pinter
Lenovo sta sviluppando come OEM il primo smartphone abilitato "Project Tango" in collaborazione con Google e Qualcomm. La tecnologia Project Tango consente al dispositivo mobile di "navigare" l´ambiente fisico così come avviene per l´essere umano.
 
Lo smartphone Project Tango è un po´ più vicino a una realizzazione commerciale: Google ha infatti deciso di allearsi con Lenovo e Qualcomm per realizzare un prodotto capace di mappare il mondo intorno a noi e avere coscienza di ciò che ci circonda. Il tutto sfruttando una serie di sensori, coprocessori e fotocamere. Il primo modello sarà disponibile questa estate e costerà meno di 500 dollari.

L´annuncio fa seguito a un´anticipazione emersa alla fine di dicembre, e con ogni probabilità si tramuterà in una collaborazione simile a quella del programma Nexus, con Google che fornirà l´idea e il software, e Lenovo impegnata nella progettazione e realizzazione dell´hardware. Verosimilmente in futuro avremo uno smartphone Nexus basato su questo progetto e prodotto da Lenovo.

Lo smartphone Project Tango è un po´ più vicino a una realizzazione commerciale: sarà disponibile dall´estate 2016, e sarà basato su processore Qualcomm Snapdragon, che trasforma lo schermo in una sorta di finestra magica in grado di sovrapporre informazioni digitali e oggetti del mondo reale, un prodotto capace di mappare il mondo intorno a noi e avere coscienza di ciò che ci circonda. Il tutto sfruttando una serie di sensori, coprocessori e fotocamere.

Lenovo, Google e Qualcomm Technologies stanno lavorando fianco a fianco per ottimizzare il software e l´hardware al fine di mettere a disposizione degli utenti una piattaforma tecnologica che utilizza una computer vision avanzata, dei sensori di profondità e dei rilevatori di movimento per creare un´esperienza di visione sullo schermo in 3D e consentire così agli utenti di esplorare, attraverso il proprio dispositivo, l´ambiente fisico che li circonda. 
Si tratta di una combinazione di hardware e software specifici che permette al dispositivo di reagire ad ogni movimento dell´utente, sia che faccia un passo avanti, indietro o di lato.

Lenovo, Qualcomm e Google insieme per lo smartphone Project Tango - immagine 1

Gli sviluppatori di app possono ad esempio trasformare la nostra casa nel livello di un gioco o creare una finestra magica verso ambienti di realtà aumentata e virtuale.
I dispositivi Project Tango possono riconoscere i luoghi in cui sono già stati, come ad esempio il salotto di un´abitazione, un ufficio, o anche un luogo pubblico. 

A differenza dei sistemi GPS, il sistema di rilevamento del movimento di Project Tango funziona in luoghi chiusi e permette di esplorare in modo preciso un centro commerciale, o perfino di trovare un determinato oggetto in uno specifico negozio. Utilizzando il sensore integrato, i dispositivi Project Tango possono inoltre catturare le dimensioni 3D della stanza, fornendo così, ad esempio, misure utili per scegliere nuovi mobili o complementi d´arredo.

Nell´ambito di questa partnership, Lenovo ha invitato gli sviluppatori a supportare la crescita dell´ecosistema di app basate su Project Tango. Questo progetto è infatti caratterizzato da potenzialità tecnologiche che offrono agli sviluppatori la creazione di app fino ad oggi inimmaginabili.

Collegandosi al sito, gli sviluppatori potranno sottoporre le proprie idee e se la loro proposta sarà selezionata avranno l´opportunità di vedere la propria app integrata nei nuovi smartphone Lenovo. Le proposte andranno inviate entro e non oltre il 15 febbraio 2016. Il Project Tango Tablet Development Kit può essere acquistato su Google Store.

Come esempi di applicazioni, Google ne propone una di Lowe che serve a visualizzare nuovi elettrodomestici in cucina. Tra i giochi, Google segnale il Jenga virtuale di Schell Games. Oppure si può trovare ispirazione nella sezione speciale di Google Play.

"Per emergere nei mercati tablet e smartphone, oggi sempre più competitivi, è necessario correre qualche rischio nella ricerca e sviluppo e alzare l´asticella dell´innovazione. E´ il solo modo per cambiare davvero il modo in cui le persone utilizzano la tecnologia mobile", ha precisato Chen Xudong, senior vice president e president, Mobile Business Group, Lenovo. "Insieme a Google, stiamo rivoluzionando il modo di lavorare a progetti hardware e software, rompendo alcune barriere prima esistenti tra i due elementi. Trasformare la nostra visione condivisa in realtà darà vita a un´esperienza di prodotto olistica, che catturerà l´immaginazione degli utenti moderni".
"Con Project Tango, lo smartphone diventa una finestra magica sull´ambiente fisico che ci circonda, offrendo la possibilità di percepire lo spazio e il movimento che vanno oltre ai limiti dello schermo touch" aggiungeJohnny Lee, Project Tango Lead, Google. "Lavorando con Lenovo, saremo in grado di rendere Project Tango più accessibile a utenti e sviluppatori ovunque nel mondo per poter creare e beneficiare di nuove esperienze che uniscono il mondo virtuale e quello reale".

Le notizie di Lenovo, però, non sono tutte qui: secondo CNET, Lenovo sta anche cercando di eliminare gradualmente il marchio Motorola dai suoi telefoni. In dettaglio, i cellulari di fascia alta saranno brandizzati con la scritta “Moto by Lenovo,” mentre i telefoni di fascia più bassa si venderanno come “Vibe” dalla Lenovo. La mossa sembrerebbe un tentativo di unificare tutto il portafoglio prodotti della società sotto un unico marchio, in concomitanza con un’accelerazione verso il mercato nord americano.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE