Le diverse tipologie di Trojan

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 05 Agosto 16 Autore: Fabio Ferraro
I malware sono spesso causa di disagi, intaccano le funzionalità di una macchina o la sicurezza dei nostri dati. Abbiamo illustrato in passato circa i pericoli provenienti dalla rete (ad esempio, visitare il seguente articolo).
Oggi conosceremo più nello specifico uno dei malware più diffusi: i trojan.

Le diverse tipologie di Trojan - immagine 1

Il trojan (o trojan horse), è un malware che, nascondendosi all’interno di un software apparentemente legittimo, esegue codice malevolo. In genere è composto da due elementi: un file client (installato nella macchina infetta) e un file server (utilizzato per inviare le istruzioni al client). Alcune delle operazioni più comuni dei trojano comprendono l’eliminazione, il blocco o la manomissione dei dati presenti in un computer o il rallentamento delle prestazioni della macchina. Uno “svantaggio” dei trojan è invece l’incapacità di replicarsi autonomamente.

Le diverse tipologie di Trojan - immagine 2

Esistono numerose tipologie di trojan, differenziandosi in base ai problemi che possono arrecare alla macchina vittima. Uno delle tipologie più diffuse è il Backdoor. Esso permette ad un utente non autorizzato di controllare un pc da remoto. Vengono spesso utilizzati per creare una botnet di computer infetti (tra i più pericolosi) offrendo un pieno accesso ad un hacker.

L’exploit può invece sfruttare una vulnerabilità nota di un sistema per accedere ed infettare un pc. Spesso le vulnerabilità vengono tenute nascoste dagli sviluppatori di malware, in modo che, una volta effettuato l’attacco, non si possano prendere contromisure in tempi immediati in questo caso parliamo di Exploit Zero Day. Un attacco DoS (Denial Of Service) permette di utilizzare numerosi computer per effettuare richieste ad un sito fino a portarlo a generare un rifiuto di servizio. Per effettuare questa tipologia di attacco si utilizzano pc infettati con un Trojan DDos.

Le diverse tipologie di Trojan - immagine 3

Per facilitare l’esecuzione di software malevolo vengono spesso utilizzati i Rootkit, trojan capaci di nascondere attività ad un sistema o ad un software specifico (si pensi ad esempio all’inibizione di un antivirus). Questa tipologia di trojan è quindi di supporto ad attacchi da parte di malware più pericolosi. Un altro trojan di supporto è il Dropper, malware utilizzato per le installazioni di altri software malevoli. Esistono inoltre versioni di trojan ransom (in grado di criptare i file di un sistema), dowloader (per spingere un pc a effettuare il download di altri malware) e altri specifici per l’acquisizione di dati e informazioni. Per proteggersi da queste minacce è sempre bene mantenere i propri sistemi di sicurezza aggiornati e non installare software provenienti da fonti non attendibili. I malware sono spesso causa di disagi, intaccando le funzionalità di una macchina o la sicurezza dei nostri dati.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate