Le Istituzioni Pubbliche adottano software open source

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 16 Settembre 15 Autore: Pinter
Le Istituzioni Pubbliche adottano software open source
Gli uffici della Difesa adotteranno LibreOffice per rendersi indipendente dal software proprietario precedentemente utilizzato, adottando il formato dei documenti standard e aperto "Open Document Format" (ODF).

In parole povere, snobberanno il pacchetto Office di Windows per ripiegare sull´utilizzo di questo software con licenza Creative Commons. Si parla di un notevole risparmio per le casse dello Stato, visto che la sola Difesa conta ben oltre 150.000 PC.

Con questa adozione la Difesa aderisce al DL n. 83 del 22 giugno 2012, che dispone per le Pubbliche Amministrazioni l´obbligo di preferenza per i software di tipo open source.

E´ stato stretto un accordo tra Sonia Montegiove, Presidente dell´Associazione LibreItalia Onlus, e Ruggiero Di Biase, Ammiraglio di Divisione e Dirigente Generale Responsabile dei Sistemi Informativi Automatizzati del Ministero della Difesa. 

L´implementazione di LibreOffice verrà gestita in stretta collaborazione tra le due organizzazioni, sulla base del protocollo di riferimento redatto da The Document Foundation e secondo le migliori pratiche dei più importanti progetti a livello globale.

Secondo l´accordo, la Difesa svilupperà i contenuti didattici per una serie di corsi di formazione online su LibreOffice, che verranno poi rilasciati alla comunità con licenza Creative Commons, mentre i soci LibreItalia gestiranno a titolo volontario alcune attività di comunicazione e di formazione verso i formatori interni dell´organizzazione.

La Difesa non è stata la prima a rompere le righe: ci sono già altre pubbliche amministrazioni di altri Paesi Europei quali Francia, Olanda, Spagna, Germania e Regno Unito che adottano software open source.

In Italia, la Difesa è la prima pubblica amministrazione a livello centrale che si accinge a migrare al software open source per la produttività, mentre a livello periferico ci sono esperienze consolidate in diversi enti italiani quali Regione Emilia Romagna, Province di Perugia, Cremona, Macerata, Bolzano e Trento, Comuni di Bologna, Piacenza e Reggio Emilia, Ospedale Galliera di Genova, ASL 5 del Veneto, e altri ancora...
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE