La piccola nuTonomy batte Uber e lancia il primo taxi autonomo al mondo

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 29 Agosto 16 Autore: Stefano Fossati
Non è Uber e nemmeno Google a mettere su strada il primo taxi a guida autonoma al mondo. Il primato spetta invece a nuTonomy, piccola startup statunitense incubata dal MIT (Massachusetts Institute of Technologies), che ha realizzato a Singapore il primo servizio di trasporto di persone su un veicolo senza conducente, che chiunque può prenotare o prendere “al volo” per strada.

Per il momento si tratta di una sperimentazione (gratuita per gli utenti in questa fase), limitata a una zona di soli sei chilometri quadrati della enorme città-Stato, più precisamente il One North, distretto finanziario in cui si trova la sede di numerose compagnie tecnologiche: una scelta non casuale, non solo perché nella stessa area sono state condotte nei mesi scorsi le prime prove senza clienti a bordo, ma anche perché i frequentatori di questa zona sono abituati ad avere a che fare con tecnologie innovative. L’obiettivo è comunque quello di allargare l’area di test nei prossimi mesi, per poi lanciare nel 2018 la prima flotta di taxi elettrici a guida autonoma a pieno servizio.

La piccola nuTonomy batte Uber e lancia il primo taxi autonomo al mondo - immagine 1

Il prototipo utilizzato per le prove è una Mitsubishi imiev, ma la flotta definitiva, nelle intenzioni di nuTonomy, sarà costituita da Renault Zoe. La società sta peraltro considerando di realizzare il medesimo servizio in altre città del mondo usando vetture diverse.

Con il servizio lanciato a Singapore (che nei primi tempi contemplerà comunque la presenza a bordo di un addetto della compagnia per controllare che tutto funzioni correttamente), la piccola nuTonomy batte così per un soffio il colosso Uber, che ha annunciato l’avvio a breve di un test simile a Pittsburgh utilizzando alcuni SUV Volvo appositamente adattati per la guida autonoma. Lo Stato di Singapore, del resto, è fra i primi finanziatori di nuTonomy, nella quale ha investito lo scorso maggio l’equivalente di 16 milioni di euro nell’ambito del piano del governo per dare vita al “primo Stato intelligente al mondo” attraverso lo sviluppo delle tecnologie più avanzate.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE