La caduta di Apple, sorpassata da Google fra le compagnie di maggior valore

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 26 Gennaio 16 Autore: Stefano Fossati
Apple non è più la compagnia di maggior valore al mondo, battuta da una delle sue arcirivali: con una valorizzazione di 420 miliardi di dollari (quasi 390 miliardi di euro), infatti, ora Alphabet – vale a dire Google – supera i 393 miliardi di dollari (poco più di 360 miliardi di euro) della società di Cupertino. Il sorpasso è il risultato dell’andamento negativo di Apple in borsa in questo inizio 2016, con il titolo calato del 6% in due settimane a Wall Street.

Il valore di un’impresa è infatti dato dalla sua capitalizzazione in borsa, detratto l’indebitamento e il numero complessivo di dipendenti. E, sebbene Apple possa contare su un valore borsistico superiore di quasi 50 miliardi di dollari rispetto al Google, il maggiore indebitamento e il maggiore peso della forza lavoro incidono negativamente sul posizionamento finale del gruppo. E dire che solo lo scorso ottobre l’azienda guidata da Tim Cook aveva presentato i migliori risultati della propria storia con profitti per 53,4 miliardi di dollari nell’anno fiscale. Tuttavia, le vendite di iPhone – cui Apple deve il 60% dei suoi ricavi e una quota ancora maggiore di profitti - inferiori alle previsioni hanno generato dubbi nei mercati che si sono tradotti in una corsa al ribasso del titolo: dal punto più alto del 2015, il gruppo ha perduto oltre 200 miliardi di dollari di capitalizzazione in borsa.

La caduta di Apple, sorpassata da Google fra le compagnie di maggior valore - immagine 1

Sono numerosi, infatti, gli iPhone 6S e 6S Plus invenduti sugli scaffali, tanto da costringere la società – stando a quanto riporta Forbes – a ridurre fino al 30% la produzione nel primo trimestre del 2016, mentre molti dei fornitori di componentistica per lo smartphone della mela morsicata rivedono al ribasso le previsioni per l’esercizio fiscale in corso. Pesano da un lato lo scarso valore attribuito dai consumatori alle novità introdotte da Apple rispetto ai precedenti iPhone 6 e 6 Plus – che non a caso hanno visto crescere la loro quota di vendite a discapito dei nuovi modelli, in virtù del loro prezzo più conveniente – dall’altro la saturazione del mercato degli smartphone, che nell’ultimo anno ha frenato anche le vendite di Samsung, principale concorrente di Cupertino in questo settore: in base ai dati IDC, le vendite globali di smartphone sono calate lo scorso anno del 10%. E non aiutano nemmeno le vendite non esaltanti dell’Apple Watch – con cui la casa è entrata nel mercato degli smartwatch con un paio di anni di ritardo sulla concorrenza – o il crollo del 20% delle vendite di iPad nell’ultimo trimestre del 2015, così come la tiepida accoglienza da parte dei consumatori di servizi come Apple Music, ben lontano dalla leadership di Spotify nel mercato dello streaming musicale.

Anche Alphabet-Google risente, con Android, dell’andamento delle vendite di smartphone e conta sui ricavi generati proprio dagli utenti di iPhone (nel 2014 Mopuntain View ha pagato un miliardo di dollari ad Apple per rimanere il motore di ricerca predefinito sui dispositivi della mela), ma beneficia in misura molto maggiore della crescita dell’advertising online, cui si deve attualmente circa il 90% dei ricavi complessivi del gruppo: un mercato che dovrebbe quasi triplicarsi di qui al 2019, fino a sfiorare un valore di 200 miliardi di dollari, consentendo ad Alphabet di veder crescere le vendite del 15% solo quest’anno. Inoltre gli investitori confidano nei risultati che il colosso del search dovrebbe ottenere nei prossimi anni nei promettenti mercati delle auto driverless, della robotica e della realtà virtuale.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE