La UE invia un primo documento formale a Microsoft per la violazione dell´accordo per IE

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 25 Ottobre 12 Autore: Gianplugged
La UE invia un primo documento formale a Microsoft per la violazione dell´accordo per IE
Il commissario europeo con il portafoglio della Concorrenza Joaquin Almunia, lo aveva detto un mese fa nel corso di una conferenza stampa a Varsavia, che la  Commissione si stava preparando ad agire nei confronti di Microsoft: "Il passo successivo è quello di aprire un procedimento formale in violazione dell´accordo da parte della società. Stiamo lavorando su questo". E´ così sta accadendo. L´UE ha infatti inviato un primo documento con il quale informa Microsoft che dopo un´analisi preliminare, si è determinato che la società di Redmond "non ha rispettato i suoi impegni."

Il tutto nasce da un clamoroso errore che Microsoft ha commesso alcuni mesi fa, quando ha violato l´accordo del 2009 con l´UE che prevedeva la proposta agli utenti del cosiddetto "Ballot Screen", una schermata che consente la scelta dell´installazione di differenti software di navigazione oltre a Internet Explorer. Microsoft, a causa di un errore che ha definito tecnico non aveva infatti proposto il ballot screen su PC con Windows 7 SP1 preinstallato in Europa. Un problema che avrebbe riguardato circa 28 milioni di computer.

"La UE ritiene in via preliminare che Microsoft non ha proposto la schermata di scelta del browser nel suo Windows 7 Service Pack 1, che è stato rilasciato nel mese di febbraio 2011" si legge nel documento delle autorità europee "Dal febbraio 2011 al luglio 2012, milioni di utenti Windows nell´UE non hanno visualizzato la schermata di scelta. Microsoft ha riconosciuto che la schermata di scelta non è stata visualizzata in quel periodo".

Microsoft ha adesso la possibilità di sollevare obiezioni scritte oppure richiedere un´audizione formale: "Prendiamo la questione molto seriamente" scrive Microsoft in un comunicato "Anche se questo è stato il risultato di un errore tecnico, ci assumiamo la responsabilità per quello che è successo, e stiamo rafforzando le nostre procedure interne per garantire che una cosa del genere non possa accadere di nuovo. Ci scusiamo per questo errore e continuermo a cooperare pienamente con la Commissione".

Microsoft, qualora fosse ritenuta colpevole, rischia grosso. La sanzione potrebbe infatti essere pari al 10% dei suoi ricavi per l´esercizio chiuso al 30 giugno 2012, in pratica una multa da differenti miliardi di dollari. La società di Redmond era già stata sanzionata in passato per abuso di posizione dominante con IE, con una multa di 1.28 miliardi di dollari.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE