La SIM con più numeri che abbatte le spese di roaming

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 10 Giugno 15 Autore: Pinter
La SIM con più numeri che abbatte le spese di roaming
Un nuovo accordo fra Belgio e Lussemburgo potrebbe cambiare il modo di utilizzare lo smartphone ed abbattare sensibilmente le spese di roaming in Europa, tutto grazie ad una piccola SIM in grado di accogliere più numeri telefonici.

Negli ultimi tempi si è discusso molto a proposito del roaming e, nello specifico, della volontà di eliminare gli elevati costi quando ci spostiamo all’interno dei confini europei. Purtroppo ci saranno ancora parecchi ritardi prima di una normativa unificata per tutto il vecchio continente (si parla di 2018!) ma nel frattempo Belgio e Lussemburgo hanno anticipando i tempi.

Manna dal cielo – anzi, dall’etere – per tutti i clienti di rete cellulare: il roaming delle reti cellulari, una delle principali spine nel fianco delle persone che si ritrovano costrette a viaggiare spesso al di fuori dei confini nazionali, obbligati a fare i conti con tariffe di pesante impatto sul credito telefonico, potrebbe sparire, almeno per gli utenti di Belgio e Lussemburgo. Chi ha un contratto con un operatore dei due paesi, in futuro potrà viaggiare sfruttando un’ingegnosa proposta delle autorità regolatrici locali: una SIM cui associare più numeri telefonici, tanti quanti il numero di nazioni coperte dalla SIM, in questo caso uno belga e uno lussemburghese.

Lo scenario è semplice: un utente belga dotato di questa speciale SIM card potrà recarsi in Lussemburgo (o viceversa) e telefonare con un contratto che prevede le tariffe del Granducato; tornando a casa userà il numero locale quindi con la tariffa del suo contratto telefonico, evitando quindi qualunque forma di roaming. La stessa cosa accadrà anche ad un suo referente: chi chiamerà il numero Belga, dal Belgio, ad esempio, pagherà la tariffa locale anche se quel cellulare si trova in Lussemburgo. Da notare che non stiamo parlando di operatori virtuali come ce ne sono altri, che acquistano il servizio da operatori mobili locali, ma di un vero operatore mobile.

Al momento il servizio è sponsorizzato dall’operatore europeo Join Experience, che ha già in mente di estendere la SIM multinazionale a Francia, Paesi Bassi e Germania, nella speranza di creare un mercato unificato che raggiunga più nazioni possibili, abbattendo i confini radio stabiliti dagli operatori locali.

L’operatore ha già 5.000 clienti in Belgio e, presto, le sue SIM prepagate saranno in vendita anche nei negozi di questo paese. Inoltre, sembra che Join Experience sia pronto a richiedere lo stesso tipo di accordo anche a Francia e Germania.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE