La Marina americana si ispira a Ironman per il nuovo casco a realtà aumentata

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 06 Giugno 16 Autore: Andrea Mancini
I ricercatori della Marina americana hanno rilasciato i primi prototipi dei nuovi caschi subacquei che saranno usati dai suoi soldati e sommozzatori in futuro. Gli elmetti si chiamano DAVD (Divers Augmented Vision Display) e a molti hanno ricordato il casco usato da Ironman nella saga dei film Marvel perchè hanno all´interno varie innovazioni tecnologiche che permetteranno ai militari di essere sempre informati su tutto.

I marinai che li indosseranno infatti saranno in grado di controllare l´ambiente intorno a loro con vari dati che compariranno sullo schermo presente sulla visiera del casco. Inoltre sempre sul display ci saranno un sonar, che indicherà la posizione dell´utente e quella della nave più vicina, la possibilità di ricevere messaggi scritti, informazioni, fotografie e video in realtà aumentata. Non siamo ancora al livello di cyborg marini, ma poco ci manca.

La Marina americana si ispira a Ironman per il nuovo casco a realtà aumentata - immagine 1

L´obiettivo principale è quello di dare il maggior numero di informazioni possibili ai marinai mentre sono in azione. In modo simile a quanto pensato per i Google Glass e prodotti simili "Tutto quello che servirà sarà davanti ai loro occhi e noi potremo comunicare con loro in tempo reale senza ritardi" ha detto l´ufficio stampa della Marina al momento del lancio.

Per realizzarlo gli scienziati americani hanno utilizzato vari sommozzatori e marines esperti in operazioni di soccorso in mare. L´obiettivo principale è quello di usare i DAVD per i salvataggi e le missioni più difficili . Se i risultati dovessero essere buoni, i caschi speciali saranno modificati per essere usati anche su terraferma.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE