LG G5, lo smartphone modulare (ed espandibile)

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 22 Febbraio 16 Autore: Stefano Fossati
Mentre il mondo osservava il lancio del Galaxy S7 da parte di Samsung, l’altra casa coreana, LG, svelava sempre a Barcellona (dove questa settimana si tiene il Mobile World Congress), il suo smartphone top di gamma per il 2016. E di novità, il G5 ne presenta parecchie. A partire dal fatto di essere modulare: attraverso una serie di ”pack” aggiuntivi, acquistabili separatamente, i clienti potranno estendere le funzionalità dello smartphone a seconda delle necessità potenziando le funzionalità della fotocamera o le prestazioni del comparto audio, per esempio.

Ma partiamo dal device in sé: l’LG G5 ha un display da 5,3 pollici qHD always on, l’onnipresente (sugli smartphone di fascia alta di quest’anno) processore Qualcomm Snapdragon 820, slot per microSD, doppia camera posteriore (normale da 16 megapixel e panoramica da 8 MP con grandangolo a 135 gradi) e anteriore da 8 MP, batteria da 2800 mAh removibile. Un hardware di tutto rispetto che, almeno sulla carta, potrà consentire al G5 di competere con il Samsung Galaxy S7. Il tutto racchiuso in una scocca interamente metallica dalle linee moderne anche se non particolarmente originali: addio dunque alla cover posteriore in pelle del G4, che non aveva entusiasmato il pubblico. Resta invece il tasto di accensione collocato sul dorso, sotto le fotocamere.

LG G5, lo smartphone modulare (ed espandibile) - immagine 1

La vera novità, però, è lo slot di espansione collocato nella parte inferiore del dispositivo: l’intero bordo al di sotto del display, infatti, può essere sfilato per cambiare la batteria o inserire uno degli “expansion pack” che LG realizzerà appositamente per il G5. Due quelli che la casa lancerà contemporaneamente allo smartphone (la data è ancora da definire, ma si parla di inizio aprile): il primo, denominato Cam Plus, aggiunge al dispositivo una batteria addizionale (che porta a 4000 mAh la capacità totale) e una serie di tasti fisici per il controllo della fotocamera, dallo zoom allo scatto; il secondo modulo, Hi-Fi Plus, sviluppato con la collaborazione della danese B&O Play, include un altoparlante più potente e fedele di quello di serie e una presa amplificata per le cuffie. Purtroppo l’inserimento dei moduli aggiuntivi richiede in ogni caso lo spengimento del telefono, in quanto sfilando il bordo inferiore viene estratta anche la batteria.

Novità anche nell’interfaccia, personalizzata da LG rispetto a quella standard di Android 6.0: lascia perplessi la scelta di eliminare il drawer delle applicazioni, come fanno buona parte dei produttori cinesi, collocando quindi tutte le app sulle home page. Secondo LG, la decisione è stata presa a seguito di accurate ricerche sulle abitudini dei clienti. Sarà…

L’LG G5 supporta la ricarica veloce (ma non wireless). Il display “always on” (introdotto l´anno scorso sul secondo schermo dell´LG V10) consente di visualizzare data e ora in qualsiasi momento senza la necessità di “risvegliare” dallo standby l’intero schermo e risparmiando così la batteria, dato che la retroilluminazione si concentra solo nella zona dello schermo in cui sono collocate tali informazioni: secondo LG, il display always on consuma solamente lo 0,8% della batteria ogni ora.

Per capire quali saranno le chance dell’LG G5 sul mercato bisogna attendere che la casa comunichi i prezzi tanto dello smartphone quanto degli “expansion pack”. LG promette “maggiori informazioni” nelle prossime settimane: per ora sappiamo che il G5 arriverà in grigio, titanio, oro e rosa.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE