L´UE chiede formalmente chiarimenti agli USA sul programma PRISM

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 12 Giugno 13 Autore: Gianplugged
L´UE chiede formalmente chiarimenti agli USA sul programma PRISM
L´Unione Europea ha inoltrato richiesta formale agli USA per ottenere informazioni riguardanti il programma segreto PRISM, venuto alla luce in seguito ai documenti consegnati al Guardian dal Contractor statunitense Edward Snowden. Il Commissario UE alla Giustizia Viviane Reding ha inviato al Procuratore generale Eric Holder una lettera in cui domanda spiegazioni su attività e scopi di PRISM.

In particolare la Reading domanda al Governo USA se il monitoraggio ha coinvolto cittadini europei, se la raccolta di dati è stata limitata a specifici individui o casi, con quale frequenza è avvenuta la raccolta dei dati, quali aziende statunitensi hanno collaborato al programma e se ci sono strumenti a disposizione dei cittadini UE che vogliono sapere se sono coinvolti in PRISM.

“Data la gravita della situazione e le preoccupazioni espresse dall’opinione pubblica da questo lato dell’Atlantico, comprenderete che attendo risposte rapide e concrete a queste domande” scrive la Reading nella sua lettera "L´accesso diretto delle autorità statunitensi ai dati dei cittadini dell´Unione europea su server di società statunitensi deve essere escluso se ​​non in situazioni ben definite, eccezionali e giudizialmente rivedibili”.

“Come saprete" scrive ancora il Commissario "la Commissione europea è responsabile dinanzi al Parlamento europeo, che dovrà probabilmente valutare le relazioni transatlantiche alla luce delle vostre risposte”. La Reading e Holder hanno in previsione un incontro venerdì prossimo a Dublino.

Intanto il responsabile della fuga di notizie Snowden, che si è rifugiato a Hong Kong torna a parlare. Il 29enne contractor che ha collaborato negli ultimi anni con la NSA, dopo la prima video intervista rilasciata alcuni giorni fa al Guardian ha adesso fatto nuove dichiarazioni al South China Morning Post: "Non sono né un traditore né un eroe, sono un americano" ha detto Snowden.

"Le persone che pensano che io abbia fatto un errore nello scegliere Hong Kong, fraintendono le mie intenzioni" ha spiegato "Io non sono qui per nascondermi dalla giustizia, io sono qui per rivelare atti criminali. La mia intenzione è quella di chiedere ai tribunali e alla gente di Hong Kong di decidere il mio destino".

UPDATE:

In un ulteriore articolo del South China Morning Post, Snowden sostiene che gli USA compiono operazioni di hackeraggio in Cina e a Hong Kong da anni, monitorando anche obiettivi civili. Il contractor indica in oltre 61mila le operazioni compiute a Hong Kong e in Cina. Snowed dice di diffondere queste informazioni per "denunciare l’ipocrisia del governo Usa che afferma di non prendere di mira installazioni civili a differenza dei suoi avversari”.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE