Jolla Tablet rimborserà i suoi sostenitori

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 02 Febbraio 16 Autore: Pinter
Arriva ufficialmente la triste comunicazione da parte della start-up finlandese che il progetto per il suo tablet dotato di Sailfish OS, formalmente Jolla Tablet, non verrà prodotto. Come riportato sul post ufficiale, l’azienda ha riscontrato particolari problematiche nell’assemblaggio del dispositivo, che soffre di ostacoli sia sul display e sia sulle forniture del resto dei componenti.

L’azienda quindi, che aveva realizzato un progetto davvero interessante fornirà le primissime uniche unità solo agli early backer della campagna su IndieGoGo (540 totali), mentre per il resto dei crowdfunder verrà effettuato un reso totale del prezzo d’acquisto, dei costi di spedizione e del prezzo di eventuali accessori associati.

Jolla Tablet rimborserà i suoi sostenitori - immagine 1

Dei 21.644 finanziatori che hanno investito un totale di 2.571.382 dollari attraverso diverse campagne Indiegogo, si apprende ora, solo 661 potranno mettere le mani sul tablet.

Dopo la scissione avvenuta la scorsa estate in due comparti, l´uno dedicato allo sviluppo e al licensing del sistema operativo Sailfish e l´altro dedicato all´hardware, Jolla si è trovata costretta ad affrontare la crisi, con un dimezzamento dello staff dovuto soprattutto ad un ritardo dei finanziamenti previsti, ottenuti solo nel mese di dicembre. Nel frattempo, nel corso di questa "lotta per la sopravvivenza", l´azienda aveva iniziato ad imbattersi in problemi con i fornitori delle componenti del dispositivo, innescando ritardi e aumenti delle spese.

In autunno solo 121 tablet erano stati recapitati ai finanziatori della prima ora, e a ricevere il prodotto saranno solo altri 540 contributori che hanno partecipato alla campagna Indiegogo. Ora, spiega Jolla, "è semplicemente troppo tardi per produrre tutti i tablet previsti": i fornitori non hanno più disponibilità dell´hardware necessario e "non c´è più nulla da fare per rimediare".


A partire dal mese di febbraio, "non appena ci sarà possibile", spiega Jolla, verranno recapitate le rimanenti unità del prodotto. Al resto dei finanziatori e a coloro che hanno scommesso sull´azienda con un preordine attraverso il sito ufficiale verranno restituiti i denari investiti: l´azienda prevede di rifondere la metà dei partecipanti alla campagna entro il primo trimestre del 2016 e l´altra metà "nel corso di un anno, situazione finanziaria permettendo".

Il reso verrà effettuato per tutti per una prima metà entro il primo trimestre del 2016, mentre la seconda parte arriverà comunque entro l’anno. Jolla ci lascia dicendo che continuerà lavorare e a riproporre, eventualmente, il dispositivo definitivo in forma d’acquisto classica qualora fosse possibile.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate