Jolla Tablet: molti di coloro che hanno pagato, non lo riceveranno

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 04 Gennaio 16 Autore: Pinter
La società finlandese Jolla nel  2014 aveva lanciato una campagna di crowdfunding per il loro Jolla Tablet con il sistema operativo Sailfish. Molti devono ancora ricevere il dispositivo e, dopo una serie di ritardi e rimandi, sembra che alcuni dei finanziatori della campagna non potranno mai averlo tra le mani.

La raccolta fondi ha fruttato oltre due milioni di dollari all´azienda che, inizialmente, aveva programmato le prime spedizioni del tablet per maggio 2015. Poi il primo lotto dei Jolla Tablet è stato inviato a settembre... poi più nulla.

Ora Jolla ha fatto due importanti annunci: "Il secondo lotto di tablet sarà inviato ad alcuni utenti nei primi mesi del 2016, ma non tutti coloro che hanno finanziato la campagna ne riceveranno uno perché l´azienda non potrà produrre tutti i tablet preordinati. In compenso per chi rimarrà a bocca asciutta, Jolla ha in mente una sorpresa "che potrebbe essere molto gradita"

L’azienda afferma che questi clienti riceveranno delle “ricompense” e che “potrebbero ricevere delle sorprese”, senza però specificare di cosa si tratti. Ha tutta l’aria quindi di essere un modo come un altro per tenere buoni gli sfortunati, anche se non vogliamo dubitare della parola di Jolla.

Jolla Tablet: molti di coloro che hanno pagato, non lo riceveranno - immagine 1

Ad ogni modo, molti non riceveranno il tablet, speriamo solo che Jolla trovi il modo di “rimborsare” la spesa.

Jolla Tablet dispone di un processore Intel Atom Z3725F Bay Trail, display IPS da 7.85 pollici (2048 x 1536 pixel), 2GB di RAM, 64GB di storage massimo ed una batteria da 4450 mAh. Insomma, pur essendo dotato quindi di un hardware pensato per il 2014, potrebbe ancora cavarsela con i dispositivi del 2016.

Ciò che rende questo tablet diverso dagli altri è il suo sistema operativo, Sailfish OS. Basato su Linux, nasce dal codice di Maemo e MeeGo, due software abbandonati da Nokia dopo che la società è stata rilevata da Microsoft. Sailfish può eseguire alcune applicazioni Android e dispone di un´interfaccia utente gestuale che permette di navigare senza utilizzare tasti fisici. Il futuro di Jolla è ormai chiaro: dopo aver abbandonato il settore hardware, si concentrerà sul software vendendo Sailfish ai produttori di smartphone. Jolla Tablet invece resterà un dispositivo da collezione: pochi pezzi per un numero limitato di utenti.
Pare ci siano voci anche sulla collaborazione con Intex per la produzione di un nuovo smartphone, ma Antii Saarnio, fondatore e presidente di Jolla, non ne ha ancora parlato apertamente.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate